Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Castello / Piazzale Luigi Cadorna

Dipendenti Atm aggrediti in strada: condannati due ragazzi

I conducenti erano finiti in ospedale a causa delle botte

I due giovani che lo scorso 13 maggio aggredirono a calci e pugni due dipendenti Atm sono stati condannati a 3 anni e 4 mesi e a 2 anni e 8 mesi di reclusione. Il pestaggio era iniziato dopo che due lavoratori dell'azienda dei trasporti era intervenuti a favore di un collega, autista di un autobus, che si era dovuto fermare per gli atti vandalici compiuti dai due aggressori insieme a un loro amico minorenne. A decidere la condanna, al termine del processo in abbreviato, il gup Sofia Fioretta.

L'episodio

A seguito delle indagini di polizia, coordinate dal pm Stefano Ammendola, lo scorso luglio i due ragazzi, entrambi ventenni, erano stati arrestati. Dopo il processo, in cui i due aggressori sono stati difesi da legale Robert Ranieli, il giudice ha condannato Leon Wisem Mohamed Touil, 25 anni, a 3 anni e 4 mesi e Lorenzo Pierre Lablache, 22 anni, a 2 anni e 8 mesi per lesioni gravi, interruzione di pubblico servizio e violenza a incaricati di pubblico servizio.

I due condannati, cugini italiani di origine marocchina, erano stati rintracciati grazie alle immagini delle telecamere di piazzale Cadorna, che avevano ripreso i loro volti. I ventenni dopo l'aggressione ai danni dei due dipendenti Atm si erano dati alla fuga. I lavoratori, invece, soccorsi da un'ambulanza, erano finiti entrambi al pronto soccorso del Policlinico: uno dei due, in particolare, aveva riportato vistose ferite al naso e agli occhi. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dipendenti Atm aggrediti in strada: condannati due ragazzi

MilanoToday è in caricamento