Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca Porta Vittoria / Corso di Porta Vittoria

Chiesa di San Pietro in Gessate: parroco e sagrestano presi a pugni e calci da un folle

I due hanno riferito che non si tratterebbe di un parrocchiano ma che potrebbe trattarsi di un senza tetto

La chiesa

Parroco e sagrestano presi a calci e pugni, all'impazzata, da uno sconosciuto che un attimo prima era stato allontanato dalla chiesa per il suo atteggiamento non consono. E' successo nel primo pomeriggio di martedì, all'esterno dell'antica chiesa di San Pietro in Gessate, in pieno centro a Milano.

Sul posto - corso di Porta Vittoria, di fronte al tribunale - sono arrivate le volanti, avvertite dalle vittime. Il sagrestano, un uomo di quarantanove anni originario del Gambia, ha riferito agli agenti di aver allontanato l'uomo - descritto come un quarantenne, sul metro e ottanta - ma che una volta fuori, lo sconosciuto lo ha preso a calci e pugni. In sua difesa è intervenuto il sacerdote. Ma anche il prete - italiano di 83 anni - è stato aggredito e buttato a terra. 

I due hanno riferito che non si tratterebbe di un parrocchiano ma che potrebbe trattarsi di un senza tetto. Sul luogo sono arrivati anche i soccorritori del 118 per medicare le vittime che hanno rifiutato il trasporto in ospedale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiesa di San Pietro in Gessate: parroco e sagrestano presi a pugni e calci da un folle

MilanoToday è in caricamento