Picchia due infermieri del pronto soccorso e poi rompe tutto, arrestato

E' accaduto all'ospedale Gaetano Pini, protagonista un'italiano 38enne che è andato in escandescenza per l'attesa

I carabinieri hanno arrestato l'uomo

Un italiano di 38 anni è stato arrestato dai carabinieri all'interno dell'ospedale Gaetano Pini dopo che, in preda alla follia, aveva cominciato a spaccare tutto e ad aggredire due infermieri.

L'uomo, Riccardo S., si era presentato all'ospedale per farsi medicare alcune ferite dovute ad un incidente stradale. Sembra che il 38enne fosse un po' ubriaco. Poi, a causa dell'attesa, è andato fuori testa ad ha picchiato con violenza due infermieri con calci e pugni. Rompendo anche alcuni oggetti presenti nel pronto soccorso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I militari dell'arma hanno messo le manette all'uomo ed è stato portato via.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, passante insegue un rapinatore in metro e con un pugno lo riduce in coma

  • Incidente a Milano, terribile schianto in pieno centro: gravissimo un ragazzo

  • Incidente a Milano, scontro tra monopattino e auto: cade e sfonda il parabrezza, uomo in coma

  • Orrore per una mamma di Milano, violentata e picchiata davanti ai suoi bimbi: un arresto

  • Non è affatto detto che Milano torni a essere quella di prima

  • Cinque trattorie milanesi da provare a Milano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento