Cimitero Monumentale, litiga con i colleghi e li aggredisce a colpi di rastrello: due feriti

È successo nella mattinata di venerdì 5 aprile. Entrambi sono stati accompagnati al pronto soccorso

Immagine repertorio

Prima gli insulti, poi le botte. A colpi di rastrello. Un egiziano di 44 anni che lavora come manutentore al cimitero Monumentale di Milano è stato denunciato per lesioni personali aggravate per aver ferito a colpi di rastrello due colleghi peruviani davanti all'ingresso del cimitero.

Il fatto è accaduto un attimo prima delle 8.30, come riferito dagli agenti della Questura di Milano. Secondo una prima ricostruzione sembra che l'uomo — in conflitto da circa due anni con i colleghi con i quali c'erano già state liti e discussioni — li abbia aggrediti durante l'ultimo screzio.

La violenza si è consumata all'esterno del cimitero: il 44enne ha imbracciato il rastrello e si è scagliato contro i due colleghi peruviani di 30 e 34 anni. Entrambi sono stati soccorsi dai sanitari del 118 e accompagnati al pronto soccorso del Fatebenefratelli. Il 30enne ha riportato la frattura di un polso (35 giorni di prognosi), il 34enne un trauma al volto (5 giorni di prognosi).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Cesano, travolta da un bus Atm mentre attraversa sulle strisce: è grave

  • Milano, turista sequestrata e violentata dentro un McDonald's: le fratturano anche il naso

  • Metro linea gialla M3: uomo perde la vita, circolazione bloccata

  • La procura sequestra il Villaggio di Natale a Milano: a rischio l'apertura del mega parco

  • La Dea bendata bacia il Milanese: vincita record con il concorso di sabato del Lotto

  • La metro è sempre più grande, ecco i soldi per prolungare la M5: 11 nuove stazioni sulla lilla

Torna su
MilanoToday è in caricamento