rotate-mobile
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Rivolta" anti polizia a Milano: la folla cerca di liberare un'arrestata. Video

La donna, una 37enne, era stata fermata dopo aver aggredito un uomo. Cosa è successo

Qualcuno si avvicina ai poliziotti con fare minaccioso. Qualcun altro "punta" contro di loro dei cellulari per riprendere la scena. E qualcun altro ancora cerca di "strappare" la fermata dalle mani degli agenti. Sono i frame della "rivolta" anti polizia andata in scena venerdì sera al Corvetto, in piazzale Gabrio Rosa. 

Tutto è iniziato verso le 18.30, quando un 37enne egiziano ha chiesto aiuto a una volante del commissariato Mecenate che passava in zona, denunciando di essere stato aggredito a schiaffi e pugni da un mendicante a cui non aveva dato l'elemosina. I poliziotti, accompagnati dalla vittima, hanno identificato un 28enne marocchino, che è poi stato indagato per resistenza a pubblico ufficiale perché si è mostrato aggressivo nei confronti degli uomini in divisa. 

Durante l'intervento, nella piazza si è radunata una folla di persone, tra cui una 37enne marocchina che ha aggredito la stessa vittima con una bottigliata alla testa. Gli agenti, nonostante la donna abbia cercato di colpirli con delle ginocchiate, l'hanno quindi immobilizzata e dichiarata in arresto con le accuse di lezioni aggravate - l'uomo è finito in ospedale con una prognosi di 7 giorni - e resistenza. Proprio mentre i poliziotti cercavano di portare via la fermata, più di dieci persone si sono avvicinate con fare minaccioso, cercando di "liberare" la donna. Sul posto sono così intervenute altre volanti per riportare la calma e disperdere il gruppo. Nella "corsa", una delle auto della questura ha avuto un guasto, con una nuvola di fumo bianco che si è sprigionata dal cofano. 

Il video dell'intervento "movimentato" è stato condiviso su Facebook dal ministro dei trasporti, Matteo Salvini. "Aggressioni vigliacche e vergognose durante un controllo a Milano. Mi auguro che i responsabili siano identificati e puniti con la massima durezza", il suo commento. "Mentre a sinistra c’è chi non perde occasione per insultare e delegittimare il lavoro delle forze dell’ordine, da me e dalla Lega sempre piena, convinta e affettuosa solidarietà", ha concluso. 

Video popolari

"Rivolta" anti polizia a Milano: la folla cerca di liberare un'arrestata. Video

MilanoToday è in caricamento