Cronaca Via Milano

Crisi in Ucraina: 16 tonnellate di aiuti umanitari partiti da Milano

Per l'associazione "Italia Ucraina Maidan" si tratta del quarto viaggio in un anno, per un totale di 60 tonnellate

Scatole di aiuti umanitari dell'associazione (Fb)

E' partito il 2 novembre da Milano il carico di aiuti umanitari per l'Ucraina dall'Italia più grande di sempre: circa 16 tonnellate. Per l'associazione che lo ha organizzato ("Italia Ucraina Maidan") è la quarta missione umanitaria in circa un anno, per un totale di 60 tonnellate di prodotti tra cui medicinali, letti di ospedale, carrozzine, macchinari per sale operatorie, ma anche giocattoli, generi alimentari, coperte, vestiti, pannolini e passeggini. «Consegniamo personalmente a ospedali, orfanotrofi e centri profughi», spiega Fabio Prevedello, presidente dell'associazione che, da culturale, di fatto si è trasformata anche in umanitaria. 

Diverse le città ucraine toccate dalle varie missioni: Slovyans'k, Kramastros'k, Kharkiv, Dnipropetrovs'k, Artemivs'k e - con la missione di novembre 2015 - ancora Dnipropetrovs'k e poi Berdias'k, vicina alla zona dell'operazione antiterrorismo nell'Est del Paese. Fondamentale, per la missione appena partita, la collaborazione della Caritas e dei vigili del fuoco di Inveruno (Milano). La missione ha anche avuto il patrocinio del comune di Legnano.

«Intendiamo portare calore umano e generi di prima necessità nelle zone più difficili del conflitto, cercando di trasmettere la forza del dialogo per ricostruire legami di territorio e trasformare la differenza da fonte di divisione a elemento di unione», spiega ancora Prevedello.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi in Ucraina: 16 tonnellate di aiuti umanitari partiti da Milano

MilanoToday è in caricamento