Al via la causa Vieri contro Inter e Telecom: in aula anche la compagna Melissa Satta

E' iniziato questa mattina presso il Tribunale civile di Milano il processo per la causa intentata da Bobo Vieri nei confronti della sua ex società, l'Inter, e la Telecom. Oggetto sè una presunta opera di spionaggio ai danni del calciatore. In aula oltre a Vieri, anche la soubrette Melissa Satta che ha depositato nella causa

A parlare all'uscita della prima udienza della causa di Bobo Vieri contro la sua ex squadra e la Telecom è il legale del calciatore, Danilo Buongiorno, che spiega come dopo l'udienza di oggi nella causa che vede opposti il calciatore e la sua ex squadra, l'Inter, sono emerse conferme a "fatti gravi" che "hanno enormemente limitato i diritti" dello stesso Vieri.

Ed è stato proprio Bobo Vieri a spiegare che ora: "Non ho più voglia di giocare e non sono tentato nemmeno dall'estero", ha spiegato l'ex bomber dell'Inter, che fino alla scorsa stagione giocava nell'Atalanta.

Oggi, davanti al giudice della decima sezione del tribunale di Milano, hanno deposto oltre lo stesso Vieri, sua madre e la compagna del calciatore, Melissa Satta. L'argomento della causa é una richiesta di risarcimento di oltre 21 milioni di euro chiesti all'Inter e a Telecom per una presunta attività di spionaggio.

"Ora bisognerà valutare attentamente gli atti penali acquisiti in questa causa - ha spiegato l'avvocato Buongiorno - questo potrebbe portare alla riapertura del procedimento disciplinare".

Aggiornato alle ore 14 e 30 del 22 ottobre

E' partito stamattina il processo con la prima udienza della causa intentata da Bobo Vieri nei confronti dell'Inter, sua ex società, per ottenere un risarcimento di oltre 21 milioni di euro dall'Inter e da Telecom per una presunta attività di spionaggio ai suoi danni.

Stamani era prevista l'audizione di alcuni testimoni, tra cui la soubrette compagna del calciatore Melissa Satta. La causa si svolge davanti ad un altro giudice rispetto a quella che l'aveva cominciata. Raimondo Mesiano, al quale inizialmente era affidato il procedimento, è stato assegnato, infatti, da qualche tempo alla Corte d'appello.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La provocazione di Cracco in Galleria (Milano): ai suoi clienti solo mezza pizza

  • L'anziana che ha "truffato" i truffatori: così una 87enne ha fatto arrestare la "nipote" a Milano

  • Trovato morto a 47 anni Alessandro Catone, il "Porco schifo" di YouTube

  • Il maltempo fa paura: "Forti temporali in arrivo, fino a 150mm di acqua in 6 ore" (Poi la grandine)

  • Milano, ecco lo store di Off-White in pieno centro: è il brand per cui tutti si mettono in fila

  • Milano: folle fuga dei rapinatori contromano, i poliziotti li prendono a schiaffi e calci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento