rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Cronaca Porta Venezia / Piazzale Bacone

Raffiche di vento a 110 km/h a Milano: alberi caduti e tetti divelti (in Centrale e al Castello)

Tante chiamate ai vigili del fuoco. Parchi chiusi a Milano e disagi ai mezzi Atm; le raffiche hanno anche portato via diverse tegole del Castello Sforzesco e in Centrale è saltata parte della copertura; un asilo nido è stato evacuato a Segrate; ci sono diversi feriti gravi

Lamiere di capannoni pericolanti, tetti divelti perfino in Stazione Centrale e al Castello Sforzesco, alberi e rami caduti provocando feriti e disagi ai trasporti. Lunedì le raffiche di vento, che secondo le previsioni potevano arrivare a 110 chilometri orari, hanno creato non pochi problemi a Milano e nell'hinterland milanese. Anche con feriti gravi: un uomo è in prognosi riservata dopo essere stato colpito da un albero a Settala e altre due persone sono rimaste ferite, di cui una in modo serio, a Rho

Perché oggi il vento era così forte

I vigili del fuoco del comando provinciale di via Messina e l'Azienda regionale emergenza urgenza (118) hanno confermato a MilanoToday che ci sono tantissime richieste d'intervento: da Liscate, a Cinisello Balsamo, passando per Pioltello, San Donato, Rho e Settala. Insomma da Nord a Sud e da Est a Ovest la provincia è stata interamente interessata dal fenomeno atmosferico. I pompieri hanno messo in sicurezza diversi tetti in lamiera divelti dalla forza del vento, tagliato alberi inclinati dalle raffiche o rimosso strutture pericolanti come antenne o impalcature.

Leggi le altre notizie di Milano

Parchi chiusi a Milano

Nel momento di maggior intensità, ovvero durante le ore del mattino, l'allerta è stata tale che Palazzo Marino, a tutela della sicurezza di cittadini e cittadine, ha provveduto a chiudere gli accessi ai parchi pubblici e invitato la popolazione a non utilizzare le aree alberate non recintate per l’intera giornata. L'amministrazione ha raccomandato di "evitare gli spostamenti se non necessari e, nel caso di utilizzo del mezzo privato, evitare i viali alberati e la prossimità a ponteggi edili". I condomini privati, ha ricordato il Comune, "sono chiamati a informare i propri condomini per evitare cadute di materiali dai balconi". È stato attivato anche il Centro operativo comunale (Coc) per monitorare e ricevere segnalazioni.

Disagi anche alle linee Atm: bus e tram

Gli alberi caduti hanno danneggiato in diversi punti anche la rete di alimentazione dei tram Atm, o bloccato le strade sulle quali sarebbero dovuti transitare gli autobus. Un grosso albero è crollato su un bus provocando tanto spavento ma nessun ferito. L'Azienda trasporti milanese ha comunicato l'evoluzione della situazione in diretta ai propri passeggeri su Twitter. "A causa delle raffiche di vento - hanno scritto - alcuni tratti della nostra rete sono bloccati dalla caduta di rami su cavi aerei e binari. Sulla nostra app e sul nostro sito trovate informazioni sulle linee deviate o sostituite da bus".

Tegole del Castello Sforzesco volate via

A Milano, il vento ha raggiunto una tale potenza che una parte del tetto in tegole del Castello Sforzesco, una delle principali strutture turistiche della città è stata spazzata via (foto Stefanocacciami). Sul posto sono intervenuti gli incaricati del comune per prendere visione dei danni e mettere in sicurezza l'intero edificio, patrimonio storico della città.

tegole_castello

Divelta parte del tetto in Stazione Centrale, disagi ai treni

Non solo il Castello. Il vento fortissimo ha fatto volare via anche un pezzo della copertura del tetto della Stazione Centrale (foto Vincenzo Armenio). Per permettere ai tecnici di verificare l'entità del danno sono stati allestiti dei percorsi delimitati che consentono ai passeggeri di entrare e uscire dalla stazione in sicurezza. Ci sono stati notevoli disagi anche alla circolazione dei treni per via dei rami e dei tronchi caduti sui binari. In zona Centrale, le raffiche hanno sradicato anche le bandiere poste sopra l'ingresso del Consiglio regionale in via Filzi, transennato per sicurezza.

stazione_centrale2-2

Asilo nido evacuato a Segrate

Intorno a mezzogiorno erano circa un centinaio gli interventi dei vigili del fuoco di Milano dovuti ai danni causati dal forte vento. Alle 14, gli interventi eseguiti e da completare risultavano 135. "Le attività di soccorso sono rivolte principalmente alla rimozione dei rami di alberi caduti, antenne di condomini, impalcature, cornicioni pericolanti e tegole", spiegano dalla centrale operativa dei pompieri. Numerosissime le chiamate di soccorso ricevute dalla sala operativa di via Messina.

Uno degli interventi più delicati, per il tipo di utenza, è stato portato a termine nel comune di Segrate, alle porte di Milano: dove il vento ha divelto il tetto di un asilo nido. Sul posto, in via Prima Strada 29, sono arrivati i vigili del fuoco per evacuare la struttura - erano presenti i bambini e il personale scolastico - e mettere in sicurezza l'edificio.

Cade albero in piazza Bacone, tragedia sfiorata

A Milano, nella centrale piazza Bacone, in zona corso Buenos Aires, un grosso albero si è abbattuto contro l'area giochi per bambini che per fortuna in quel momento era vuota. La grossa pianta ha distrutto una parte del parchetto. Il crollo non ha provocato feriti ma si tratta di "una tragedia sfiorata" visto che il parco è normalmente molto frequentato, come sottolineato dalla presidente del Comitato Abruzzi Piccinni, che sollecita Palazzo Marino affinché ci sia una maggiore "manutenzione del verde".

Albero cade in piazza Bacone a Milano

Sono diversi gli alberi caduti in città, rallentando il traffico e in qualche caso distruggendo le auto in sosta ma senza provocare gravi feriti. Intorno alle 11, in viale Regina Margherita a Milano, una pianta è caduta invadendo una parte della strada con il tronco e i rami. Così come in un'area verde in viale Etiopia, Quartiere Ebraico, in via Monte Rotondo, Niguarda, in via Sant'Abbondio, Chiesa Rossa, e in diverse vie a Morivione. Disagi anche in via Breda, piazza Prealpi e piazzale Arduino. Un albero è caduto su un furgone di passaggio in viale Gadio, alle 10.30, le due persone a bordo, di 44 e 47 anni, non sono rimaste ferite. In zona Cermenate una pianta si è abbattuta su un bus della linea 95 di passaggio, senza provocare feriti (video su). Ma sono tante anche le segnalazioni sparse per il web di scooter e moto buttate giù dalla forza del vento.

Alberi caduti, tetti divelti. I disagi provocati dal vento

A Rho e Settala i feriti più gravi

I feriti più gravi si sono registrati fuori città. A Rho, due persone, una donna di 66 anni e un uomo di 64, sono state travolte dal crollo di un albero alto oltre 20 metri in Piazza Libertà, davanti alla stazione ferroviaria. Il 64enne è stato trasportato in codice rosso al pronto soccorso del Niguarda, ha riportato un grave trauma da schiacciamento all'addome e a una gamba; meno gravi, invece, le condizioni della 66enne, trasportata per accertamenti all'ospedale di Rho. A Settala un 76enne è rimasto schiacciato da un albero. Altri episodi meno gravi sono avvenuti a San Giuliano, con un 86enne soccorso in codice giallo. E a Milano, dove diversi pazienti sono stati portati in codice verde in vari ospedali.

"Miracolata" Federica Panicucci: auto colpita da tegola

Tra le persone sfiorate dal "dramma" delle conseguenze del vento, anche la nota Federica Panicucci. La sua auto è stata colpita da una tegola volata giù da un palazzo. "Questo è il tetto di vetro della mia auto dopo che una tegola è volata giù da un tetto e mi ha colpito in pieno", ha scritto come commento alle foto della vettura postate in una storia su Instagram. "Sono viva per miracolo", ha detto.

Federica Panicucci viva per miracolo dopo tegola su auto per il vento-2

Le previsioni meteo e l'allerta vento a Milano

Che lunedì 7 febbraio sarebbe stata una giornata molto ventosa a Milano lo si sapeva già: il Centro funzionale monitoraggio rischi naturali della Regione Lombardia aveva emanato per il nodo idraulico di Milano l'allerta arancione per rischio vento. Sulla pianura, in particolare sui settori occidentali, erano previste a partire dalle ore 6 di lunedì 7 febbraio, raffiche di vento, anche a carattere di foehn. Dopo i disagi creati dal vento dei giorni scorsi, la protezione civile della Regione Lombardia aveva diramato un alert arancione fino alle 21 di lunedì 7 febbraio già dalla giornata di domenica.

In particolare, come si leggeva nell'avviso, erano previsti venti con intensità fino a 70 chilometri orari, persistenti per almeno tre ore consecutive, con possibili intensificazioni fino a 110 chilometri orari. Per prevenire eventuali criticità il centro funzionale di Palazzo Lombardia ha monitorato con la massima attenzione l'evolversi della situazione. Così come il Comune di Milano con la protezione civile. In questa situazione atmosferica complicata, l'unica nota positiva riguarda lo smog che dall'inizio dell'anno soffoca Milano e la Lombardia: sicuramente è stato spazzato via, al meno per un po'. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raffiche di vento a 110 km/h a Milano: alberi caduti e tetti divelti (in Centrale e al Castello)

MilanoToday è in caricamento