Cronaca

Chiusa inchiesta, Alberto Genovese verso il processo

L'imprenditore è accusato di violenza sessuale nei confronti di due ragazze

Dopo che la Procura di MIlano ha chiuso le indagini, l'impreditore Alberto Genovese va verso il processo che lo vede imputato per violenza sessuale ai danni della ragazza 18enne che avrebbe stuprato lo scorso 10 ottobre nel suo attico 'Terrazza sentimento' e della 23enne che sarebbe stata vittima di una violenza analoga, vale a dire commessa mentre era stata resa incosciente con un mix di droghe, nel luglio del 2020 a Ibiza.

Le contestazioni su presunti abusi denunciati da altre due giovani, invece, sono state stralciate dalla Procura: il gip Tommaso Perna aveva infatti negato l'arresto chiesto dai pm per Genovese, non ritenendo credibili le testimonianze. Queste accuse, in seguito a ulteriori valutazioni, potrebbero essere archiviate.

L'imprenditore dovrebbe rispondere delle accuse di violenza sessuale aggravata, detenzione e cessione di stupefacenti e lesioni per l'episodio del 10 ottobre, in seguito al quale venne arrestato, quando avrebbe violentato per ore una 18enne, la quale lo aveva poi denunciato facendo scattare le indagini della squadra Mobile, coordinate dall'aggiunto Letizia Mannella e dai pm Rosaria Stagnaro e Paolo Filippini. 

Inoltre, il fondatore di Facile.it risponde anche dell'accusa di stupro, in questo caso insieme all'ex fidanzata (che non è stata arrestata), di una modella 23enne il 10 luglio a Ibiza, anche questa volta dopo averle fatto assumere un miscuglio di ketamina e cocaina.
  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiusa inchiesta, Alberto Genovese verso il processo

MilanoToday è in caricamento