rotate-mobile
Cronaca

Arresti Aler, Pisapia: "E' necessario un cambiamento"

Il sindaco interviene sulla vicenda degli arresti per gli appalti delle auto a noleggio. Rozza (Pd): "Sentito fastidio fisico, ora azzeriamo il vertice dell'azienda"

Su Aler è "necessario un cambiamento". Lo ha affermato il sindaco Pisapia riferendosi all'inchiesta sugli appalti che coinvolge anche l'azienda che gestisce le case popolari di Milano, sia quelle di sua proprietà sia quelle di proprietà del comune. "Tutto ciò che emerge - ha spiegato il sindaco - conferma quanto diciamo e denunciamo da tempo".

Uguale la valutazione di Carmela Rozza, capogruppo del Pd e - da quello che si dice - prossimo assessore, forse proprio alla casa. "I vertici Aler sono da azzerare e rinnovare completamente", ha spiegato in diretta a Radio popolare. "Ho avuto fastidio fisico a sentire la notizia dell'inchiesta, si tratta di case per gente per bene e che fa sacrifici ogni giorno", ha proseguito.

"Aler dice di non avere soldi per fare manutenzione e poi farebbe la cresta con i soldi della gente", ha tuonato. "Se verificata, è una cosa ignobile". Inevitabile la domanda sulla recente conferma della convenzione tra Aler e comune. "L'abbiamo confermata, ma abbiamo scelto di non farlo in via definitiva ma solo per sei mesi", ha risposto la Rozza, che ha anche chiesto alla giunta di avere una "marcia in più soprattutto per le periferie".

La nomina dei consiglieri di Aler spetta alla regione Lombardia. Una delle ragioni per cui la convenzione è stata prolungata di sei mesi è l'aspettativa, da parte del centrosinistra, di vincere alle elezioni regionali per poter azzerare i vertici dell'azienda e contemporaneamente continuare la collaborazione.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arresti Aler, Pisapia: "E' necessario un cambiamento"

MilanoToday è in caricamento