Alessandro Proto va agli arresti domiciliari

Proto, 38 anni, finanziere ed immobiliarista era stato arrestato con l'accusa di aver divulgato false informazioni al mercato

Domiciliari per il finaziere Alessandro Proto (già candidato del Pdl). Esce, infatti, dal carcere dove era detenuto dal 14 febbraio. L'uomo è accusato di manipolazione del mercato e ostacolo all'attività degli organi di vigilanza.

Il gip di Milano Stefania Donadeo ha accolto la richiesta di sostituzione della misura cautelare in carcere con gli arresti domiciliari avanzata dal suo avvocato Francesco Rubino.

Gli arresti domiciliari sono stati disposti a Milano presso un familiare.

Proto, 38 anni, finanziere ed immobiliarista (noto anche per i suoi parcheggi fantasiosi) era stato arrestato con l'accusa di aver divulgato false informazioni al mercato "concretamente idonee ad alterare in maniera sensibile il prezzo delle azioni RCS-Mediagroup e Tod's" e poi di aver ostacolato la Consob nella sua attività di controllo.

"Sono contento del risultato e del fatto che il giudice abbia apprezzato la volontà collaborativa del mio assistito", ha affermato l'avvocato Rubino. Le indagini nei confronti del finanziere erano state chiuse dal pm Isidoro Palma il 21 marzo scorso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, incidente in via Trevi: Smart si ribalta e piomba dentro al negozio di kebab, un morto

  • Incidente fra tre camion sull'A4, autostrada chiusa e traffico in tilt: i percorsi alternativi

  • Coronavirus, tre donne cinesi con la febbre visitate al Sacco. Salta il Capodanno cinese

  • Margherita, Capricciosa e droga: arrestato titolare di una pizzeria, spacciava nel locale

  • Riapre corso Plebisciti: via libera alle auto dal 29 gennaio, come cambiano i mezzi Atm

  • Omicidio stradale, Michele Bravi chiede 1 anno e mezzo di reclusione come patteggiamento (pena sospesa)

Torna su
MilanoToday è in caricamento