rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca Duomo / Piazza del Duomo

“C’è un kamikaze con una cintura esplosiva tra il Duomo e il Pirellone”: scatta l'allarme in città

L'allarme è scattato alle 12.20 con una telefonata in Questura. Forze dell'ordine attivate

Una telefonata partita da una cabina in periferia e diretta in Questura. Una voce anonima che annuncia la presenza di un “kamikaze pronto a farsi esplodere”. E l’allarme che scatta immediato, con le squadre antiterrorismo allertate e pronte ad intervenire. 

Giornata di paura quella di giovedì a Milano, dove - alle 12.20 in punto - sarebbe scattata l'allerta per una telefonata che ha minacciato la presenza in città di un “kamikaze con una cintura esplosiva”. 

Secondo quanto appreso da MilanoToday, la voce al telefono avrebbe fatto riferimento a un uomo che avrebbe messo nel mirino il Duomo e il Pirellone.

La minaccia sarebbe stata giudicata credibile, tanto che sarebbero state immediatamente inviate le squadre “Api” - aliquote di primo intervento - dei carabinieri in zona Pirellone e le squadre “Uopi” - unità operativa di primo intervento - della polizia in zona Duomo. 

Preallertate anche le squadre speciali dei carabinieri e gli artificieri.

Poco dopo le tre del pomeriggio, l'allerta è lievemente calata, con le forze dell'ordine che hanno iniziato a presidiare le zone in maniera "dinamica", muovendosi attorno ai potenziali obiettivi. La sensazione, dopo un primo momento di comprensibile preoccupazione, è che si tratti del "solito" allarme bomba, anche se questa volta organizzato e non casuale. Anche perché, nonostante le ricerche prolungate, non sono stati trovati soggetti o indizi che possano far pensare a un attentato imminente. 

Al momento, dalla Questura non confermano né smentiscono. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“C’è un kamikaze con una cintura esplosiva tra il Duomo e il Pirellone”: scatta l'allarme in città

MilanoToday è in caricamento