Studentessa morta di meningite: profilassi all'Università Statale di Milano e al Niguarda

Procedura di profilassi contro la meningite al dipartimento di Chimica dell'Università Statale di Milano, dove studiava la giovane morta dopo il ricovero all'ospedale Niguarda

Alessandra Covezzi Flavia Roncalli

Dopo la morte di Flavia Roncalli, studentessa di ventiquattro anni, è in corso la procedura di profilassi contro la meningite al dipartimento di Chimica dell'Università Statale di Milano, dove studiava la giovane morta dopo il ricovero all'ospedale Niguarda. Da giovedì mattina l'Ats, che ha sostituito la Asl, è arrivata in via Golgi 19, dove ha sede proprio il dipartimento di Chimica, e sta attuando le misure previste in questi casi. Si tratta della seconda studentessa morta per un'infezione di meningite nell'arco di quattro mesi. A luglio, per questa malattia era scomparsa Alessandra Covezzi (foto), coetanea e collega di studi alla facoltà di Chimica della Statale.

La conferma che si trattasse di un caso di meningite è arrivata dall'ospedale milanese, in un primo momento non sembrava si trattasse di questa malattia ma gli esami successivi lo hanno confermato, e hanno fatto subito scattare la profilassi prevista con l'assunzione di antibiotici.

QUAL E' IL RISCHIO DI CONTAGIO?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Milano, spacca vetrata all'Esselunga e cerca di rubare i soldi dalle casse: preso

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • Bresso (Milano), due agenti della polizia locale accoltellati: uno è grave

  • Coronavirus, dal 27 novembre la Lombardia vuole diventare zona arancione. Cosa cambia

  • Violenza sessuale a Milano, ragazza stuprata dal cugino del padre: "Se parli ti taglio la testa"

Torna su
MilanoToday è in caricamento