rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Cronaca

Terrorismo, le misure contro gli attentati in città: dalle barriere anti tir alle “zone rosse”

Martedì, dopo l'attentato a Berlino, il prefetto ha presentato le nuove misure anti terrorismo

È stato lo stesso prefetto a chiarire quali saranno le zone alle quali, per ovvi motivi, sarà dato un occhio “di riguardo”. 

“Tutta la direttrice San Babila Castello Sforzesco - ha spiegato Marangoni -. Quindi, corso Vittorio Emanuele II, piazza Duomo, via Dante”. E ancora: “La zona dei Navigli, la Darsena e tutti i mercatini di Natale”. 

Alcuni si trovano già in aree poco accessibili e, per questo, sono abbastanza sicuri e già difesi. Quello nel più aperto - e sicuramente nel luogo simbolo della città - è sul fianco del Duomo. L’ipotesi è sistemare sulle vie di accesso alla piazza “panettoni” o jersey di cemento che formino un imbuto o un percorso a “S”, in modo da permettere il transito alle auto autorizzate, evitando che furgoni o camion possano entrare in modo agevole o prendendo velocità. 

IL PREFETTO: “NON SI PUÒ NON IPOTIZZARE COMPORTAMENTI EMULATIVI”

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terrorismo, le misure contro gli attentati in città: dalle barriere anti tir alle “zone rosse”

MilanoToday è in caricamento