Cronaca Stazione Centrale / Via Fabio Filzi

Lo stilista Alviero Martini rapinato in strada a Milano: «Bloccare questa immigrazione disordinata»

Martini stava camminando in via Fabio Filzi quando è stato bloccato da tre malviventi

Lo stilista Alviero Martini (foto Ansa/Claudio Onorati)

Lo stilista Alviero Martini è stato vittima di una aggressione a scopo di rapina a Milano, in via Fabio Filzi, la mattina di martedì 7 marzo intorno alle undici meno un quarto. Lui stesso ha reso pubblico l'episodio attraverso un comunicato del suo ufficio stampa. 

Martini stava camminando lungo la via quando tre uomini, con accento dell'Europa dell'Est, gli hanno mostrato un coltellino e gli hanno intimato di consegnare il portafogli e altri oggetti di valore. I rapinatori in particolare hanno usato il coltello per staccare il braccialetto dal polso, provocando alcuni lividi: lo stilista si è quindi recato al pronto soccorso per farsi medicare e poi dai carabinieri per presentare denuncia.

Il bottino è di cento euro in contanti, il braccialetto d'oro che Martini aveva al polso e una borsa con venti orologi di valore che lo stilista stava portando a riparare. «E' incredibile che possa succedere una cosa del genere alle 10.45 del mattino, in una zona della città così centrale e viva», commenta Martini.

«Alla fine non mi sono fatto nulla», continua lo stilista, «ma chi me lo dice che, se avessi reagito, questi ragazzotti non mi avrebbero fatto del male? Questa immigrazione disordinata va bloccata a prescindere dall'etnia. Personalmente non sono in grado di indicare una soluzione, ma questa piaga va fermata. Per i cittadini della città e per le attività commerciali che si ritrovano ormai ostaggio di comunità che non sembrano intenzionate a integrarsi».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo stilista Alviero Martini rapinato in strada a Milano: «Bloccare questa immigrazione disordinata»

MilanoToday è in caricamento