menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Amianto: 15 operai morti, a processo ex manager Pirelli

Le accuse sono di omicidio colposo e lesioni colpose. Si tratta di decessi, di operai che, per l'accusa si sono ammalati o sono morti per aver lavorato. Il processo si aprirà il 26 novembre davanti alla quinta sezione penale

Il gup di Milano Vincenzo Varanelli ha rinviato a giudizio 11 persone, tra ex componenti del cda dell'azienda che produce pneumatici ed ex amministratori succedutisi dal 1979 al 1988, nel procedimento su 19 casi, per quindici si tratta di decessi, di operai che, per l'accusa si sono ammalati o sono morti per aver lavorato, tra la fine degli anni '70 e la fine degli anni '80, negli stabilimenti milanesi della Pirelli di viale Sarca o via Ripamonti.

Il processo si aprirà il 26 novembre davanti alla quinta sezione penale. Il giudice ha escluso dal decreto di rinvio a giudizio tre casi di decessi: due di questi perché già presenti in altrettanti procedimenti ed un terzo perché prescritto (la morte risale al 2001).

Le accuse sono di omicidio colposo e lesioni colpose. Quello su cui si è pronunciato il gup è un secondo troncone di cui è titolare il pm di Milano Maurizio Ascione. Un primo relativo a 24 casi, di cui venti decessi, è ancora in dibattimento davanti alla sesta sezione penale (in fase istruttoria) e riprenderà il prossimo 24 settembre. Esiste poi una terza 'tranche' dell'inchiesta, sempre del pm Maurizio Ascione, che riguarderebbe altri cinque casi (due decessi e tre lesioni) che è ancora in udienza preliminare e dovrebbe aggiornarsi il prossimo 30 settembre.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento