menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Andrea Pizzocolo

Andrea Pizzocolo

Uccise prostituta 18enne: violenza anche su un'altra donna

Accertato dagli inquirenti almeno un altro caso di agosto 2013, quando l'uomo legò mani e piedi di una prostituta romena e l'abbandonò in un campo. Viva, per fortuna

Gli inquirenti ne sono ormai certi: Andrea Pizzocolo, 41enne aresino killer della 18enne Lavinia Simona Alioalei, escort che si faceva chiamare "Dora", era un abitudinario di giochi erotici molto pericolosi con le prostitute. Tanto che il gip di Lodi ha emesso un ordine di custodia cautelare nei confronti dell'uomo (già in carcere per l'omicidio di Lavinia Simona) riferito a un altro caso della notte tra il 7 e l'8 agosto 2013. Recente, quindi.

La ragazza si salvò perché l'uomo la lasciò viva in un campo, sebbene con le mani e le gambe legate da fascette da elettricista, e completamente nuda. La zona era la stessa del ritrovamento di Lavinia Simona. Ed emergono particolari agghiaccianti dal racconto della sopravvissuta, una 20enne romena contattata da Pizzocolo, che si faceva chiamare Giorgio, e portata in un motel del Lodigiano.

All'interno della camera, l'uomo avrebbe proposto alla ragazza di guardare insieme un film porno, mentre fabbricava artigianalmente una sigaretta "mischiando tabacco con polvere bianca". Al rifiuto di visionare insieme il film, Pizzocolo è diventato aggressivo e avrebbe detto: "Ti faccio vedere come si gioca con una donna". A quel punto avrebbe tirato fuori da un sacco le fascette e le avrebbe legate alle mani e alle caviglie della ragazza, che ha cercato invano di ribellarsi rimediando anche almeno due pugni.

"Sono stata in motel circa due ore e mezza", ha riferito la giovane agli investigatori lodigiani che l'hanno rintracciata partendo dalla testimonianza del ragazzo che, in piena notte, l'ha salvata vedendola nel campo. "Stordita dai pugni, mi sono sentita sollevata di peso e trasporta fino alla macchina, all'interno del bagagliaio". Poi il viaggio fino al campo e l'abbandono.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento