rotate-mobile
Cronaca

Nuovo anno scolastico, in Lombardia più alunni e il nodo presidi

Stesso numero di classi ma 14mila alunni in più nelle scuole lombarde alla vigilia del nuovo anno scolastico, al via il 12 settembre. E sullo sfondo 475 scuole senza preside

Quasi 1 milione e mezzo di studenti lombardi cominciano mercoledì 12 settembre l'anno scolastico 2012-2013. Si tratta, per l'esattezza, di 1.420.004 giovani in 7.957 scuole: 13mila in più rispetto all'anno scorso, ma a parità di classi e insegnanti. Un chiaro segnale di disagio: Giuseppe Colosio, direttore dell'ufficio scolastico regionale, ha definito "non facile ma gestibile" la situazione della scuola in Lombardia.

Nella città di Milano i giovani che iniziano l'anno scolastico saranno 346mila (nelle statali), suddivisi in poco più di 15mila classi. 10mila sono stranieri, poco meno di 10mila i disabili. I docenti saranno 36.692.

Colosio ha specificato che i problemi maggiori riguardano il sovraffollamento delle classi e il "nodo presidi", dopo l'annullamento del concorso e le conseguenti 475 reggenze (133 a Milano città) a cui, nei prossimi anni, si aggiungeranno quelle necessarie per sostituire i presidi che andranno in pensione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo anno scolastico, in Lombardia più alunni e il nodo presidi

MilanoToday è in caricamento