rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca Nerviano / Via Giuseppe Toniolo

Poste: congelato il piano di razionalizzazione degli sportelli

Il piano verrà attuato dopo un dialogo con le Regioni. I cinque uffici del milanese postali «condannati» alla chiusura non chiuderanno il 13 aprile

È stato sospeso il piano di riorganizzazione di Poste Italiane. Tradotto: per il momento non chiuderanno gli uffici postali d'Italia «condannati» ad abbassare la serranda il prossimo 13 aprile.

Si tratta di una soluzione temporanea, il piano di razionalizzazione procederà «dopo aver completato il dialogo avviato con le Regioni, per l'analisi di dettaglio dei territori; seguendo le indicazioni del Mise (Ministero dello sviluppo economico, nda) atte al coinvolgimento delle istituzioni locali» , precisa la società in una nota. 

A Milano e provincia il piano di razionalizzazione avrebbe toccato dodici sportelli. Nello specifico avrebbero chiuso i battenti gli uffici di via Gerolamo Cardano e di via Cilea a Milano. In provincia, invece, la «scure» di Poste avrebbe toccato tre uffici, tutti situati in frazioni di comuni. come a Nerviano (ufficio di Sant’Ilario), Parabiago (ufficio di San Lorenzo) e a Marcallo con Casone l’ufficio di Casone. Mentre le filiali che avrebbero subito riduzioni sarebbero state quelle nei comuni di Besate, Bubbiano, Cassinetta di Lugagnano, Gudo Visconti, Nosate e Vernate.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poste: congelato il piano di razionalizzazione degli sportelli

MilanoToday è in caricamento