rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

Apertura metro verde rinviata al 20 febbraio, Cattaneo: "Ritardi inaccettabili"

L'assessore regionale ha scritto ad Atm, Mm e al consorzio imprese chiedendo spiegazioni sui ritardi ed ha convocato una riunione per il prossimo 18 gennaio. Atm: "Non abbiamo alcuna responsabilità sui ritardi"

Alla notizia dell'ennesimo rinvio dell'apertura della tratta Famagosta-Assago della linea verde della metropolitana milanese, è scoppiata la polemica. Ieri, dopo la conclusione del vertice che si è tenuto a Palazzo Marino tra  Comune di Milano, Atm, MM, Provincia e Comune di Assago, al termine del quale l'inaugurazione della linea, prevista inizialmente per il 23 gennaio, è stata rinviata al 20 febbraio, l'assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia Raffaele Cattaneo, ha dichiarato: "Considero questi ritardi inaccettabili, perché rappresentano l'ennesimo rinvio di date annunciate pubblicamente e non rispettate”.

“La gente ha il diritto – ha continuato l'assessore regionale - di avere fiducia nelle scadenze annunciate dalle istituzioni e chi ha responsabilità politiche deve avere la certezza che le date comunicate dalle aziende, in questo caso dai tecnici di MM e ATM, siano affidabili mentre in questo caso non lo sono state”.

“Ci attendono opere ben più impegnative in vista dell'Expo, per le quali non possiamo avere dubbi sull'affidabilità delle scadenze comunicate. I responsabili dei ritardi dovranno essere oggetto di provvedimenti seri e, per quanto mi riguarda, non comunicheremo altre date fino a che chi deve realizzare le opere e vigilare su come vengono svolte non sia in grado di assumersi fino in fondo le proprie responsabilità".

Cattaneo ha deciso di convocare una riunione politica programmata per martedì prossimo, 18 gennaio, nel corso della quale chiederà conto delle cause dei ritardi ai responsabili dei lavori.

Cattaneo, inoltre, ha inviato una lettera a tutti i soggetti politici coinvolti, ad Atm, Mm e al consorzio di imprese, per chiedere conto di rallentamenti.

La replica di Atm.  "In qualità di gestore del servizio di trasporto pubblico, Atm non ha alcuna responsabilità sui tempi di consegna del cantiere del prolungamento per Assago", ha risposto l'Atm alla richiesta di spiegazioni sugli "ulteriori ritardi" sollecitate dall'assessore lombardo ai Trasporti, Raffaele Cattaneo.


"Atm - si legge in una nota - è pronta ad effettuare rapidamente i collaudi necessari per avviare il servizio non appena Mm avrà consegnato gli impianti e le infrastrutture secondo gli standard previsti dal capitolato e dal ministero dei Trasporti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Apertura metro verde rinviata al 20 febbraio, Cattaneo: "Ritardi inaccettabili"

MilanoToday è in caricamento