Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

Sarpi, ancora un appartamento dormitorio: 20 cinesi in 60 mq in via Bramante

Il dormitorio è stato scoperto sabato scorso. Gli inquilini pagavano 10 euro al giorno a testa. Indagata per favoreggiamento all'immigrazione clandestina la proprietaria italiana

Scoperto un altro dormitorio in zona Sarpi. Venti cinesi dormivano in 60 metri quadrati pagando ogni mese alla proprietaria, un'italiana ora indagata per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, 10 euro al giorno a testa pe un totale di 6.000 euro.

A segnalare l'appartamento in via Bramante sospetto un altro cittadino. Gli inquilini dormivano in letti a castello e persino sul tavolo della cucina. Due sono donne e 18 sono uomini di cui 8 irregolari: sei sono stati denunciati perchè privi di permesso di soggiorno e 2 arrestati in quanto destinatari di decreti di espulsione.

I tecnici di Asl e A2a, intervenuti insieme alla Polizia Locale, hanno rilevato una perdita di gas, pertanto il contatore è stato asportato e l’erogazione interrotta. Asl farà segnalazione per rendere inagibile l’appartamento.

“È la seconda operazione dell’anno da parte della Polizia Locale a Sarpi – ha commentato il vicesindaco Riccardo De Corato – e il 25esimo dormitorio scoperto in 3 anni. Conferma di un’attenzione costante nel quartiere, potenziata anche grazie alle ordinanze, contro ogni forma di illegalità. A cominciare dalla prostituzione e la clandestinità che sono i nuovi business della criminalità cinese”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sarpi, ancora un appartamento dormitorio: 20 cinesi in 60 mq in via Bramante

MilanoToday è in caricamento