Apple store, cubo di cristallo e le cascate: 'Tra i più grandi al mondo'

E’ stata aperta la procedura urbanistica per la costruzione dello store Apple in piazza del Liberty a Milano. Il classico cubo di cristallo ci sarà. Da Cupertino pensano anche a cascate d’acqua ed atre sorprese. I dettagli

Lo store sulla Fifth Avenue a New York

L’Apple store nel cuore di Milano si farà. E si farà anche bene, ispirandosi agli store di punta del colosso di Cupertino. E’ stata aperta la procedura urbanistica per la costruzione del grande negozio della Mela in piazza del Liberty ed è probabile che il progetto arrivi a Palazzo Marino già nella prossima giunta per essere analizzato ed esaminato. 

Gli indizi più importanti sullo store che sostituirà lo storico cinema Apollo sono arrivati dall’assessore all’Urbanistica Alessandro Balducci, che alla cerimonia di chiusura di UrbanPromo si è lanciato andare ad un convinto “Sarà tra gli store più grandi del mondo”, e dal Ceo di Apple, Tim Cook, che in Bocconi aveva annunciato: "Sarà una cosa veramente grande".

Probabile a questo punto, come già riferivano le prime indiscrezioni, che lo store avrà il caratteristico cubo di cristallo, reso celebre dal negozio sulla Fifth Avenue a New York. La costruzione dovrebbe calare su piazza del Liberty e costituire uno dei punti di accesso alla struttura, che avrà un altro ingresso in Galleria De Cristoforis. 

Le sorprese, però, non finiscono qui. Da Cupertino, infatti, sembra che abbiano in mente di realizzare anche alcune cascate d’acqua che darebbero maggiore impatto visivo al cubo trasparente e di trasformare le facciate di cristallo in tanti maxi schermi. 

Il sogno di Steve Jobs, che desiderava uno store nel cuore di Milano, sembra ormai pronto per essere realizzato, dopo un paio di progetti andati a male. Il primo tentativo di Apple a Milano, infatti,  riguardava la Galleria Vittorio Emanuele e, per la precisione, il negozio di Mc Donald's che però venne 'conquistato' da Prada. La società non rinunciò al desiderio di una presenza significativa nel capoluogo meneghino e propose la seconda torre dell'Arengario a Stefano Boeri, in quel momento assessore alla cultura. Poi non se ne fece più niente. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ora, invece, sembra tutto pronto, con l’Apple store che sorgerà al posto dell’Apollo. In ricordo dello storico cinema, come da accordi con la Sovrintendenza, dovrebbe restare soltanto un grande schermo. Poi, spazio a cubi e cascate della mela. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, passante insegue un rapinatore in metro e con un pugno lo riduce in coma

  • Incidente a Milano, scontro tra monopattino e auto: cade e sfonda il parabrezza, uomo in coma

  • Orrore per una mamma di Milano, violentata e picchiata davanti ai suoi bimbi: un arresto

  • Incidente a Milano, terribile schianto in pieno centro: gravissimo un ragazzo

  • Rapinatore bloccato con un pugno in faccia da un passeggero: fermato e liberato 24 ore dopo

  • Follia sul bus Atm, "sgridato" per la bici a bordo: sfonda il vetro e aggredisce l'autista

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento