Il Codacons: "Deroga per quel parcheggio e avanti". Wwf: "No, si cambi l'Area C"

Mentre il Codacons suggerisce a Pisapia di far entrare gratis chi deve andare nel Mediolanum Parking, il Wwf auspica il dialogo con i gestori dei parcheggi per andare avanti con Area C

Mentre il Mediolanum Parking riceve telefonate di ringraziamento da parte di colleghi gestori di autorimesse in centro, ma anche telefonate di insulti da parte di cittadini pro Area C, dal Codacons e dal Wwf arrivano reazioni che potremmo definire opposte. L'associazione dei consumatori chiede che si vada avanti così, ma concedendo una deroga a chi va in quel parcheggio per aggirare l'ostacolo. Il Wwf chiede invece che si ripensi Area C in modo da non incorrere in nuovi ostacoli da qui in avanti.

"Se Pisapia concede una deroga - spiega Marco Donzelli del Codacons - a chi si reca in quel parcheggio, si può andare avanti con Area C". Secondo l'avvocato, la decisione di merito del Tar arriverà nel 2013, quindi nel breve periodo l'unico modo per aggirare l'ostacolo è concedere la gratuità di ingresso a chi deve recarsi nel Mediolanum Parking. Donzelli chiude sostenendo che la decisione del Consiglio di Stato va contro il "volere democraticamente espresso dai milanesi con un apposito referendum".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Di diversa visione il Wwf, che con Paola Brambilla (presidente lombarda) chiede al comune una revisione della congestion charge. "Ci aspettiamo - spiega - che il comune tratti con i concessionari dei parcheggi per risolvere un problema specifico, ripristinando in fretta Area C già per l'inizio di settembre". Anche il Wwf è comunque critico con la sospensiva: "Il provvedimento non pondera le esigenze di pochi con il diritto alla salute di tutti". E auspica che - attraverso il comitato interministeriale per le politiche urbane, di possibile creazione - si applichi una congestion charge anche in altre città d'Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta in moto contro un pullman di linea: turista milanese muore sul Lago Maggiore

  • Lotto, doppia vincita record a Cassano Magnago: due quaterne da oltre 400mila euro

  • Coronavirus, la Lombardia cambia le regole: nuove norme per obbligo mascherine e mezzi pubblici

  • Milano, "blitz" del maltempo: attesi temporali forti, scatta l'allerta della protezione civile

  • Meteo, temporali forti a Milano: allerta arancione della protezione civile

  • Milano, ragazza molestata fuori dall'ospedale: un 23enne arrestato per violenza sessuale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento