Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Area C, giorno uno: protagonisti i vigili, ma ancora proteste

Polizia locale a tutti i varchi e volantinaggio: così il Comune prova a risolvere i tanti dubbi dei cittadini. Ma spuntano cartelloni anti-Area C, soprattutto dei residenti

Uno dei cartelli contro Area C (foto Giambertone)

E’ iniziata lunedì mattina la sperimentazione di Area C nel centro di Milano: i veri protagonisti della giornata sono i vigili, disposti con una pattuglia a tutti i varchi da qui fino al 27 gennaio per dare informazioni ai cittadini, aiutati anche da un servizio di volantinaggio iniziato una settimana fa.

Tanti i milanesi che hanno ancora dei dubbi sul provvedimento anti-congestione, molti quelli che si sono fermati ai varchi per sapere dai vigili – o dagli addetti all’informazione con la pettorina gialla – costi e novità della congestion charge. Qualcuno ha anche protestato coi ghisa, che hanno pazientemente ascoltato e risposto, altri addirittura – davanti alla scritta Area C – hanno fatto marcia indietro con l’auto per non pagare il ticket.

“Le problematiche di alcuni cittadini sono legate ai box o ai posti di lavoro subito dentro l’Area C. Abbiamo il compito di sensibilizzarli sul nuovo provvedimento”, ci spiega un vigile di pattuglia a un varco. Conferma tutto Alessandra, addetta all’informazione e alla distribuzione dei volantini (il Comune ne ha stampati 2 milioni) in piazza V giornate: “Moltissimi si fermano a chiedere cosa sia cambiato da Ecopass e dove possono pagare, noi e la polizia locale siamo qui per questo”.

Nel complesso però non ci sono stati particolari disagi. Gli antagonisti di Area C non hanno bloccato i varchi – come avevano proposto alcuni esponenti dell’opposizione –, ma si sono viste alcune forme di protesta civile. Sotto quasi tutti i cartelli di Area C ne sono stati attaccati altri, di carta, contro il provvedimento: “Boicottiamo Area C”, “Da domani per entrare a casa tua paghi 400 euro l’anno”, “Residenti, qui comincia il confino di zona 1”, si legge sulle affissioni. E non è mancato neanche il consueto gazebo della Lega contro la congestion charge, con le magliette “Pisapia C tassa”.

Il Comune continua la propria campagna d’informazione, e il traffico del centro – ci dicono i vigili in porta Venezia – "pare sia già un po’ diminuito, forse anche perché è lunedì mattina”. I cittadini hanno avuto un primo assaggio di Area C, per abituarsi c’è ancora tempo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Area C, giorno uno: protagonisti i vigili, ma ancora proteste

MilanoToday è in caricamento