Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca Turro / Via Carlo Esterle

Moschee e luoghi di culto, individuate quattro aree

Presto il bando da Palazzo Marino: l'operazione sarà a costo zero per il comune di Milnao

Presto una moschea a Milano

Sono pronte le aree per costruire le moschee e altri luoghi di culto a Milano. Dopo la ricognizione del comune, sono otto le aree scelte, ma alla fine ne resteranno quattro o cinque. Saranno messe a bando per trovare chi costruirà. Il bando sarà aperto a tutte le associazioni iscritte all'albo delle religioni del 2013.

Tra le aree mancherà quella dell'ex Palasharp. Il paletto principale sarà quello del costo zero per il comune di Milano, che tuttavia metterà a disposizione aree e fabbricati di sua proprietà, degradati o comunque in stato di abbandono.

Nella zona di via Padova dovrebbe trovarsi uno stabile abbandonato da ristrutturare: il deposito Atm di via Esterle. Lo riferisce il Corriere. In viale Certosa dovrebbe trovarsi invece uno dei terreni. 

OPPOSIZIONE: "REFERENDUM" - "Un progetto che coinvolge i residenti in modo così radicale deve passare da un referendum. E non lasceremo passare sotto silenzio un cambio di destinazione d'uso nel piano di governo del territorio per i terreni che diventeranno luogo di culto", ribatte Riccardo De Corato di Fratelli d'Italia. E per Nicolò Mardegan (Ncd), "la fretta è sospetta. Gradiremmo ricevere qualche piccolo dettaglio: di quali religioni stiamo parlando? In che lingua si predicherà in questi luoghi di culto? In che modo riusciremo a evitare che si inciti alla violenza? Chi pagherà? Da dove arriveranno i soldi?".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Moschee e luoghi di culto, individuate quattro aree

MilanoToday è in caricamento