Cronaca

È stato trovato un arsenale in una rimessa per gli attrezzi dell'orto

È successo a Rho e sul caso stanno indagando gli agenti della Squadra Mobile di Milano

Tra badili e rastrelli c'erano anche armi e munizioni. Un vero e proprio arsenale. Abusivo. E per il proprietario di casa, un uomo di 61 anni (incensurato), sono scattate le manette; arrestato dalla polizia con le accuse di "detenzione di armi clandestine, detenzione di più armi comuni da sparo e munizionamento vario". È successo a Rho nella giornata di martedì 27 aprile, come reso noto dagli agenti della Questura con un comunicato.

La scoperta è avvenuta nella mattinata quando i poliziotti della squadra mobile di Milano insieme agli agenti del commissariato di Rho-Pero e le unità cinofile anti-esplosivo hanno passato al setaccio l'abitazione e le relative pertinenze. Un blitz mirato: gli agenti hanno perquisito l'abitazione su delega della Procura di Milano che sta coordinando le indagini a seguito a seguito del ritrovamento a Lainate, lo scorso 2 aprile, di un ingente arsenale con il contestuale arresto di un altro cittadino italiano di 61 anni già noto alle forze dell'ordine. Non solo, secondo quanto riferito dagli investigatori i due si conoscerebbero.

Durante il blitz sono saltate fuori quattro armi corte (alcune con matricola abrasa altre mancante), quattro armi lunghe, un'arma modificata con silenziatore e oltre 200 munizioni di vario calibro. L'arsenale, hanno spiegato i poliziotti, era nascosto in due depositi per gli attrezzi del 61enne, ex meccanico che aveva perso il lavoro a causa dell'emergenza covid.

Da via Fatebenefratelli hanno spiegato che "Sono in corso approfondimenti investigativi affidati alla Polizia Scientifica volti a risalire alla provenienza delle armi sequestrate".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

È stato trovato un arsenale in una rimessa per gli attrezzi dell'orto

MilanoToday è in caricamento