menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il fucile

Il fucile

Cinisello, pregiudicato arrestato per un favore: nasconde per un amico due pistole e un fucile

Per l'amico invece, proprietario delle armi, è scattata solo una denuncia. Il racconto

Conserva un fucile e due pistole per un amico, arrestato per detenzione illegale di armi clandestine un pregiudicato 53enne a Sesto San Giovanni (Milano). Nei guai anche l'amico, un 57enne, che alla fine della vicenda è stato solo indagato.

La perquisizione a Cinisello

Succede mercoledì mattina. I poliziotti della Squadra investigativa del Commissariato Sesto San Giovanni, avevano avuto notizia di un cittadino italiano che, a Cinisello Balsamo, deteneva illegalmente delle armi. A seguito di mirati accertamenti, gli agenti hanno identificato l'uomo e individuato l’appartamento in cui le armi erano occultate.  

Mercoledì i poliziotti hanno identificato il 53enne. Durante la perquisizione e contemporaneamente, nelle vicinanze dell’ingresso, appoggiata su un tavolo, hanno notato e sequestrato rinvenuto una replica di revolver (scacciacani). 

Nel corso della perquisizione gli agenti del Commissariato, all’interno di un armadio nella stanza da letto, hanno trovato un fucile privo di matricola a Special Gewehr Lauf Stal Fried Krupp Essen calibro 12 e, sotto lo zoccolino del mobile della cucina, una busta con due pistole semiautomatiche con matricola abrasa con relativi caricatore e munizionamento: una Crevena Zastava calibro 9 con matricola abrasa e una Cz 99 calibro 7,65 con matricola illeggibile, in quanto coperta da verniciatura.

In relazione al ritrovamento delle armi, l’uomo è stato arrestato per il reato di detenzione illegale di armi clandestine ex articolo 23 Legge 110/75.  

Le accuse all'amico 

In merito al possesso delle armi rinvenute, l’arrestato ha voluto rilasciare dichiarazioni spontanee nel corso delle quali ha ammesso tutto ma ha anche dichiarato di detenerle a titolo di favore per un collega di lavoro. Così, i poliziotti hanno raggiunto l'amico indicato presso il centro commerciale dove lavora. 

Il 57enne ha ammesso di essere il proprietario delle armi e di averle consegnate all’amico per custodirle in attesa di una loro alienazione. Essendo trascorsa la flagranza, l’uomo è stato indagato in stato di libertà in concorso l’arrestato per lo stesso reato. Alla persona indagata, inoltre, essendo titolare di licenza di porto d’armi scaduta da diverso tempo, sono state ritirate a titolo cautelativo altre due pistole, una Beretta e una Fas. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Lombardia zona gialla: cosa potrebbe riaprire dal 26 aprile

Attualità

Netflix ha ambientato una serie tv a Milano

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    La Lombardia vuole il tampone salivare per tutti

  • Coronavirus

    Vaccini covid, il 22 aprile partono le prenotazioni per i 60-64enni

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Elezioni comunali 2021

    Il nostalgismo

  • Porta Nuova

    In piazza Gae Aulenti è comparso un enorme caprone di legno

  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento