Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Cassano d'Adda, presa la gang dei furti in villa: 19 arresti

Hanno spadroneggiato un po' in tutta la Lombardia, mettendo a segno decine di furti in appartamenti: l'attività di un gruppo di 19 moldavi, entrati in Italia con documenti falsi, è stata interrotta dai carabinieri di Cassano d'Adda

Hanno spadroneggiato un po' in tutta la Lombardia, mettendo a segno decine di furti in appartamenti, premurandosi di utilizzare anche delle apparecchiature che ammutolivano i sistemi d'allarme delle abitazioni e rendevano innocui i rilevatori gps delle auto che scattavano in caso di furto.

LE INDAGINI - L'attività di un gruppo di 19 moldavi, entrati in Italia con documenti falsi romeni, è stata interrotta dai carabinieri di Cassano d'Adda che già ne avevano arrestato alcuni nello scorso settembre. Le indagini erano nate da una rapina in villa lo scorso luglio a Inzago, nel Milanese (nella foto una delle zone dei furti). In quel caso, a entrare in azione erano stati in quattro che non si erano fatti scrupoli nel legare l'intera famiglia, tra cui due bambine, e avevano colpito il capofamiglia con delle scariche elettriche per farsi dare la combinazionedella cassaforte.

GLI ARRESTI - Se n'erano andati con 40mila euro e dei gioielli. I militari, partendo da quell'episodio, hanno quindi ricostruito il modus operandi del gruppo di moldavi che è risultato essere colegato ai rapinatori di Inzago (tra gli arrestati non vi sono, però, i responsabili della rapina) e hanno recuperato gran parte della refurtiva, tra cui numerose automobili e motociclette. I colpi erano stati messi a segno in tutte le province della Lombardia occidentale e anche a Novara. La merce, una volta rubata, era stoccata in furgoni e portata direttamente nell'Europa dell'Est.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassano d'Adda, presa la gang dei furti in villa: 19 arresti

MilanoToday è in caricamento