rotate-mobile
Cronaca

È finita la fuga dei due detenuti evasi dal carcere

Presi i due detenuti che erano fuggiti il 14 febbraio dal carcere di Varese

Fine della corsa. Sono stati arrestati Roberto Nardello, 50enne di Varese, e Anthony Ragona, 35 anni di Barlassina, i due detenuti che lo scorso 14 febbraio erano evasi dal carcere di Varese scavalcando il muro di cinta con un lenzuolo riuscendo poi a far perdere le proprie tracce. 

A incastrarli sono stati gli agenti della polizia penitenziaria, che li hanno rintracciati a Induno con Olona, sempre nel Varesotto. I due, che erano stati arrestati a marzo scorso per furto e rapina, sono stati bloccati mentre si trovavano in strada. Uno dei due era in macchina, mentre l'altro era poco distante: nessuno di loro ha opposto resistenza ai poliziotti, che li hanno ammanettati e riportati in un carcere del Milanese. 

A denunciare la fuga, ponendo l'accendo sulla situazione complicata del penitenziario di Varese, era stato il segretario generale del sindacato di polizia penitenziaria Spp, Aldo Di Giacomo: "Oramai le carceri italiane fanno acqua da tutte le parti. Se continuiamo così a breve le evasioni non faranno più notizia. Dal carcere di Varese ci sono stati ben cinque detenuti evasi in cinque anni. Nell’ultimo mese in Italia, questa è la seconda duplice evasione. Vi è bisogno di una revisione profonda del sistema carcerario italiano che mette al centro la sicurezza degli istituti penitenziari e dall’altra - aveva sottolineato - riponga al centro un percorso di rieducazione che è la vera essenza della carcerazione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

È finita la fuga dei due detenuti evasi dal carcere

MilanoToday è in caricamento