Cronaca

Milano: arrestati 4 rapinatori, avevano fucili, pistole, munizioni, silenziatori nascosti

L'arresto della Squadra mobile

I fucili

Erano pronti a commettere diverse grosse rapine nel milanese. Tanto che all'interno di un box nascondevano parrucche, baffi, basette, barbe e due divise della polizia, oltre alle armi (3 fucili, 3 pistole, 2 silenziatori e varie munizioni) e, da quanto confermato dalle intercettazioni, da alcuni giorni erano alla ricerca degli obiettivi da colpire.

Gli agenti della Squadra mobile di Milano hanno arrestato quattro italiani. Il gruppo aveva preso in affitto un box in via Bisnati come base per conservare tutto il materiale necessario per fa i colpi.

Si tratta di un gruppo di pregiudicati molto pericolosi (alle spalle anche rapine con vittime), ed un soggetto incensurato di 42 anni. Si tratta del 64enne Salvatore Immernano, del 57enne Giuseppe Cafora e del 62enne Santino Alfredo Stefanini già in detenzione domiciliare e in passato integrante della banda di Vallanzasca, molto noto per le sue opere poetico-letterarie da detenuto.

I soggetti, osservati da circa un mese, avevano cominciato a procurarsi armi d'assalto e materiale le rapine. Durante le intercettazioni, gli agenti hanno capito che ormai erano pronti per muoversi, per questo in intesa con la Procura della Repubblica, vista la pericolosità dei soggetti, sono intervenuti. Prima della cattura sembrerebbe che l'obiettivo non fosse ancora stato ancora scelto, la banda stava vagliando tra centri commerciali, negozi di vario tipo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano: arrestati 4 rapinatori, avevano fucili, pistole, munizioni, silenziatori nascosti

MilanoToday è in caricamento