Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Arrestato narcos albanese: gestiva il traffico di marijuana anche verso Milano

L'uomo è considerato uno dei più potenti narcotrafficanti albanesi. Si è consegnato alla polizia dopo tre mesi di trattative

Un importante trafficante di droga albanese di 48 anni si è consegnato alla polizia del suo Paese. Si chiama Klement Balili e nel suo passato criminale ci sono rilevanti legami anche con Milano. La vicenda viene riferita sul Corriere da Andrea Galli e su diversi media albanesi.

L'uomo, che oggi ha 48 anni, era ricercato dalle forze dell'ordine. In passato il suo nome era venuto fuori da una indagine (greca) su un carico di 7 quintali di marijuana sequestrati nel mare di quel Paese, destinati a prendere la rotta per Milano. 

La polizia albanese ha riferito che la consegna è arrivata dopo tre mesi di trattativa con i familiari dell'uomo, che in passato era stato direttore della direzione trasporti nella città di Saranda, quindi manager di Stato. Proprietario di hotel e complessi balneari, Balili è di fatto latitante dal momento del sequestro. Donald Lu, ambasciatore degli Usa a Tirana, lo aveva definito senza mezzi termini un potente esponente della criminalità con forti legami politici, lamentandosi che le autorità albanesi per diversi anni non lo avessero arrestato.

Effettivamente, Balili era stato legato a un movimento socialista che aveva anche partecipato al governo albanese dal 2013 al 2017.

La rotta della droga sequestrata al largo della Grecia portava al Salento per lo sbarco in Italia e poi a Milano, città ampiamente frequentata da Balili, che avrebbe a sua disposizione in Lombardia una "rete" di collaboratori per lo smercio della marijuana, con zone che sarebbero direttamente controllate da lui, in particolare nella provincia di Pavia ma anche Abbiategrasso e i suoi dintorni.

Sarebbe quindi, Balili, un classico esponente criminale albanese, di quelli che negli anni '90 iniziarono a Milano (e nel resto d'Italia) portando ragazzine, spesso minorenni, per farle prostituire, e poi reinvestirono i proventi nel traffico di droga. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato narcos albanese: gestiva il traffico di marijuana anche verso Milano

MilanoToday è in caricamento