menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Salvatore Furci e Gaia Lia Vismara

Salvatore Furci e Gaia Lia Vismara

Il comandante della Locale che nasconde la cocaina nell'auto della collega per vendetta

Arrestato il capo dei vigili di Trezzano. Fu lui a nascondere la droga nell'auto della Vismara

Sarebbe stato lui, secondo le indagini, a nascondere la droga nell'auto della collega. E sarebbe stato sempre lui, per vendetta, a indirizzare i controlli facendola finire nei guai. Salvatore Furci, 43 anni, da un mese comandante della polizia locale di Trezzano sul Naviglio, è stato arrestato martedì mattina dalla squadra mobile di Milano insieme a Mariglen Memushi, un cittadino albanese ritenuto suo complice. 

I due sono finiti in carcere su ordine del gip di Milano, Anna Magelli, su richiesta del procuratore aggiunto Alessandra Dolci e del sostituto procuratore, Gianluca Prisco. Furci e Memurshi, secondo quanto riferito dalla Questura, sono coinvolti nella vicenda che aveva portato alla denuncia di Lia Vismara, comandante della Locale di Corbetta, indagata a gennaio 2020 dopo essere stata trovata in possesso di alcune dosi di cocaina nella sua macchina. 

Arrestato il comandante dei vigili di Trezzano

Dietro quello strano ritrovamento - la Vismara si era sempre professata innocente - ci sarebbero proprio Memushi e, soprattutto, il comandante Furci. Il capo dei ghisa di Trezzano, infatti, nel 2018 era risultato vincitore di un concorso per ricoprire la posizione di ufficiale a Corbetta, ma dopo non aver superato il periodo di prova - anche "in ragione anche del parere negativo espresso dal comandante", proprio la Vismara, sottolineano da via Fatebenefratelli - era tornato a essere un agente della Locale di Milano. 

Pochi mesi dopo, a gennaio del 2020, la comandante di Corbetta era finita nei guai a seguito di quello che era sembrato un normale controllo da parte dei carabinieri. Gli accertamenti della squadra mobile, guidata da Marco Calì, hanno però dimostrato - mette nero su bianco la Questura - che Salvatore Furci "aveva, direttamente o tramite terzi, collocato la sostanza stupefacente all'interno della vettura e veicolato le informazioni inducendo in errore i militari intervenuti". 

A chiamare il 112 quella sera, stando all'inchiesta, era stato proprio il suo complice albanese, che aveva cercato - inutilmente - di camuffare la sua voce. Memushi aveva dichiarato di aver venduto la cocaina alla donna, denunciando che lo aveva pagato con banconote false e indicando la macchina. 

Furci deve rispondere delle accuse di calunnia aggravata e detenzione di sostanza stupefacente. "Nel corso delle indagini - evidenziano dalla Questura - è stato altresì accertato che Furci ha tentato di acquisire informazioni per il tramite di suoi conoscenti in servizio presso il tribunale di Milano al fine di conoscere l'eventuale esistenza di procedimenti penali a suo carico per i fatti che hanno portato all'odierno arresto".

Il sindaco che difese la comandante trovata con la droga

"È un bel giorno perché finalmente è stata fatta chiarezza", ha commentato Marco Ballarini, sindaco di Corbetta in quota Forza Italia, che ha sempre difeso a spada tratta la comandante Gaia Lia Vismara "nonostante il fango che ci è piovuto addosso in questo ultimo anno", ha sottolineato.

"Stavamo facendo il nostro lavoro e lo abbiamo dimostrato. Ringrazio il sostituto procuratore Prisco per essere andato a fondo in questa vicenda", ha concluso il primo cittadino.

“Abbiamo appreso con sorpresa la notizia dell’arresto di questa mattina”, è stato invece il commento del sindaco di Trezzano sul Naviglio, Fabio Bottero. “Si tratta di fatti estranei al nostro comune che non coinvolgono la polizia locale di Trezzano sul Naviglio che dovrà tuttavia nuovamente riorganizzarsi", ha rimarcato. 

"Per ora affideremo la guida del comando al segretario comunale - ha annunciato Bottero -. Abbiamo piena fiducia nel lavoro della magistratura, noi continuiamo a impegnarci per il bene della nostra comunità”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Politica

    Ddl Zan, ottomila persone all'Arco della Pace: "Approvate in fretta la legge"

  • Coronavirus

    Bollettino covid: a Milano e in Lombardia in calo i positivi e i ricoverati negli ospedali

  • Sport

    I tifosi dell'Inter accolgono la squadra campione d'Italia a San Siro

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento