rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Cronaca Forlanini / Viale Enrico Forlanini

Oltre tre chili e mezzo di cocaina "all'aceto" in valigia: "mulo" dei narcos arrestato a Linate

L'uomo è stato fermato dai finanzieri. La coca era nascoste in coperte imbevute di aceto

Era arrivato dal Cile con la sua valigia speciale. E, temendo di essere scoperto, aveva anche cercato di nascondere - a modo suo - il suo "tesoro". Ma alla fine non è servito a niente. 

Un uomo, un cittadino sudamericano, è stato arrestato all'aeroporto di Linate a Milano con l'accusa di traffico internazionale di droga. A fermarlo, agli arrivi, sono stati gli uomini della finanza e dell'agenzia delle dogane, che avevano iniziato a tenerlo sotto controllo dopo averlo visto passeggiare a lungo - nervoso e agitato - nell'area ritiro bagagli. 

Ai militari che lo hanno fermato, l'uomo ha spiegato di essere stato in vacanza in Cile e di essere in Italia per lo stesso motivo. È bastato un semplice controllo, però, per scoprire che il "mulo" - così vengono chiamati i corrieri dei narcos sudamericani - aveva nascosto in un doppio fondo delle sue valigie oltre tre chili e mezzo di cocaina.

Nella speranza - vana - di ingannare i cani antidroga, la "coca" era stata sistemata all'interno di coperte imbevute di aceto. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oltre tre chili e mezzo di cocaina "all'aceto" in valigia: "mulo" dei narcos arrestato a Linate

MilanoToday è in caricamento