rotate-mobile
Sabato, 25 Maggio 2024
Cronaca

L'assegno da 10 euro spacciato per uno da 200 milioni: arrestato (finto) consulente

In manette un finto consulente finanziario. Sequestrati anche tre siti e un canale Youtube

La società l'avrebbe aperta con un assegno palesemente falso, il cui valore sarebbe stato moltiplicato quasi all'infinito. Poi, con quella stessa società, avrebbe truffato gli imprenditori che gli affidavano i suoi soldi, convinti che li avrebbe fatti fruttare. 

Un finto broker è stato arrestato giovedì mattina dalla guarda di finanza di Bergamo in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip di Milano con le ipotesi di reato di "abusivismo finanziario, falso ideologico mediante induzione in errore del pubblico ufficiale e truffa".

L'uomo, residente all'estero ma con interessi in Lombardia, "avrebbe svolto attività di consulenza e di offerta di prodotti finanziari in assenza di qualsivoglia autorizzazione e iscrizione agli albi previsti dalla normativa di settore", spiegano dalla Gdf in una nota. Parte della sua opera sarebbe avvenuta attraverso tre siti internet e un canale Youtube, aperti per promuovere le attività e ora sequestrati. Uno dei siti, stando alle indagini, è risultato collegato a una Spa il cui unico socio è proprio l'arrestato. 

La società, specializzata nella "raccolta del risparmio ed esercizio del credito", sarebbe stata aperta nel 2017 a Milano con un capitale sociale di 200 milioni di euro. Però, c'è un però. Stando a quanto hanno accertato gli investigatori, infatti, "l'assegno postale 'non trasferibile' presentato in sede di atto notarile a comprova del versamento dell’intero capitale sociale sarebbe stato contraffatto e, in realtà, emesso per soli 10 euro e da un diverso ufficio postale". 

Oltre all'arresto e ai sigilli per i siti e il canale Youtube, al finto consulente sono stati sequestrati oltre 250mila euro presenti su un conto corrente estero a suo nome. Lì, sottolineano i finanzieri, l'uomo "avrebbe fatto confluire il profitto dei reati di truffa perpetrati in danno di soggetti, tra cui alcuni imprenditori". Le vittime sarebbero infatti state spinte a versare soldi al broker per acquistare quote della Spa "proposte come altamente remunerativi". La stessa Spa aperta con il finto assegno da 200 milioni di euro.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'assegno da 10 euro spacciato per uno da 200 milioni: arrestato (finto) consulente

MilanoToday è in caricamento