Cronaca Gallaratese / Via Appennini

Il 28enne con il 'fortino' dentro casa dei genitori per confezionare la droga

Arrestato un 28enne, sottoposto all'affidamento in prova. La storia

Evidentemente non aveva perso il vizio. E riusciva a continuare nei suoi affari senza che mamma, papà e fratelli si accorgessero di nulla. Un uomo di 28 anni, con numerosi precedenti alle spalle e al momento sottoposto all'affidamento in prova dopo una condanna, è stato arrestato - di nuovo - giovedì dalla polizia con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. 

Giovedì sera, il ragazzo - che poteva uscire dalle 8 alle 20 per lavorare - è stato fermato dagli agenti del commissariato Quarto Oggiaro proprio appena tornato dal lavoro. I poliziotti, infatti, erano certi che nonostante tutto continuasse a rifornire di hashish e marijuana il quartiere di Quarto Oggiaro e così hanno voluto controllare di persona. 

Una volta bloccato il giovane in strada, gli agenti sono entrati insieme a lui nell'appartamento di via Appennini in cui il 28enne vive con la famiglia e hanno fatto accesso a quella che dalla Questura viene definita come "una stanza assolutamente inaccessibile agli altri componenti del nucleo familiare". All'interno di una intercapedine ricavata dietro un armadio, il cane antidroga ha trovato circa 1,7 chili di marijuana, un chilo di hashish, in panetti da 100 grammi, 4 bilancini di precisione, coltelli, sostanze da taglio, materiale per confezionare le dosi e 11mila euro in contanti.

Dalla stanza sono poi saltati fuori anche una macchina conta banconote, una termosaldatrice, alcuni smartphone, orologi di lusso e criptovalute. Il 28enne è quindi finito nel carcere di San Vittore. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il 28enne con il 'fortino' dentro casa dei genitori per confezionare la droga

MilanoToday è in caricamento