menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arrestato domenica, lunedì "esce" e martedì va a rubare: arrestato di nuovo (ma "libero")

Il particolare record di un 20enne, arrestato due volte in tre giorni. La storia

Due volte in manette in meno di 72 ore, ma - alla fine - ancora fuori dal carcere. È l'impresa, decisamente particolare, riuscita a un ragazzo di 20 anni - un giovane cittadino marocchino irregolare in Italia e con precedenti - che è stato arrestato per due volte nel giro di tre giorni dai carabinieri della stazione di Melegnano. 

Il primo incontro tra il 20enne e i militari è avvenuto domenica sera, quando - grazie a una segnalazione al 112 -, gli uomini dell'Arma lo hanno sorpreso all'interno del chiosco "il bouquet di Maria" di Vizzolo Predabissi. Il 20enne, che era insieme a un complice minorenne, ha cercato di fuggire a piedi portando via il decoder Sky e il registratore di cassa del locale, ma è stato fermato e arrestato. Il lunedì mattina successivo è stato processato per direttissima e condannato dal tribunale di Lodi a 4 mesi di reclusione e 200 euro di multa, con pena sospesa. Per lui il giudice ha disposto la misura cautelare dell'obbligo di firma.

Martedì notte, però, il ragazzo ci è ricascato. I carabinieri durante il normale giro di pattuglia lo hanno infatti beccato mentre cercava di rubare all'interno di un'edicola di piazza Puccini - sempre a Vizzolo - dopo aver rotto con un cacciavite la vetrata d'ingresso. Anche qui copione identico: manette e arresto. Nelle scorse ore il ladro è stato nuovamente processato: l'arresto è stato convalidato ma il ragazzo è formalmente libero e dovrà rispettare "soltanto" l'obbligo di presentazione all'autorità giudiziaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento