Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca Porta Venezia / Bastioni di Porta Venezia

Naufragio nel Mediterraneo con 244 morti: un arresto a Milano

L'eritreo fermato a Milano si occupava in particolare di organizzare i "viaggi" dei migranti e degli scafisti dal capoluogo lombardo ad altre città del Nord Europa

L'arrestato

Un giovane eritreo di 29 anni è stato arrestato dalla polizia di Stato a Milano

L’indagine condotta dalla Squadra mobile di Catania e dal Servizio cntrale operativo con la collaborazione dei colleghi milanesi ha consentito di rilevare l’esistenza di un’organizzazione transnazionale, operante sia in Italia che in Libia, Eritrea ed altri stati Nord-africani che, dietro il pagamento del prezzo per il viaggio, favoriva l’ingresso illegale via mare in Italia di cittadini clandestini provenienti dall’Africa.

Dagli esiti delle indagini è emerso che, soltanto nel periodo tra maggio e settembre del 2014, l’associazione ha organizzato almeno 23 viaggi verso le coste italiane, alcuni dei quali conclusi tragicamente con la morte di numerosi migranti. L’organizzazione internazionale di cui faceva parte è responsabile della traversata conclusa con il tragico naufragio di un’imbarcazione carica di migranti, avvenuto in acque internazionali al largo delle coste libiche tra il 27 e 28 giugno 2014 e che ha provocato la morte di 244 persone, senza alcun superstite.

L’eritreo fermato a Milano si occupava in particolare di organizzare i “viaggi” dei migranti e degli scafisti dal capoluogo lombardo ad altre città del Nord Europa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Naufragio nel Mediterraneo con 244 morti: un arresto a Milano

MilanoToday è in caricamento