Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca Cagnola / Via Varesina

"Dai che domani mi arrestano": l'uomo che evade per l'ennesima volta (e non finisce in carcere)

Un 31enne arrestato a Milano dopo la terza evasione in due mesi. Ma, per ora, non va in cella

Mercoledì aveva un processo per essere evaso dai domiciliari. E così, con un'idea evidentemente non furbissima, ha deciso di "fuggire" di nuovo per godersi - parole sue - un ultimo giorno di libertà. Un uomo di 31 anni, un cittadino italiano con precedenti, è stato arrestato martedì pomeriggio a Milano con le accuse di evasione e lesioni a pubblico ufficiale dopo essere stato "beccato" in giro nonostante fosse teoricamente costretto a stare a casa. 

Per lui i guai sono iniziati verso le 18, quando una Volante lo ha incrociato in via Varesina e lo ha subito riconosciuto, anche perché negli ultimi due mesi era già evaso due volte. Dopo averlo fermato, e aver verificato che si trattava proprio del 31enne, i poliziotti lo hanno fatto salire in auto e lo hanno accompagnato in Questura. Durante il viaggio, l'uomo ha cercato di strangolarsi con la cintura di sicurezza e poi ha chiesto agli agenti di lasciarlo andare per fargli godere "un ultimo giorno di libertà" perché il giorno dopo avrebbe avuto il processo e quindi sarebbe tornato in carcere. 

Non contento, ha anche aggredito un agente ferendolo in maniera lieve. Dopo i controlli del caso, i poliziotti hanno ripristinato la misura e hanno riaccompagnato l'uomo agli arresti domiciliari. Il tutto, però, in attesa dell'udienza che potrebbe portare a un aggravamento del provvedimento e potrebbe aprire per lui le porte del carcere. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Dai che domani mi arrestano": l'uomo che evade per l'ennesima volta (e non finisce in carcere)

MilanoToday è in caricamento