Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca Stazione Centrale / Piazza Duca d'Aosta

Uccise a calci e pugni un clochard: ex poliziotto arrestato in Colombia

L'uomo era fuggito in Sudamerica dopo la condanna definitiva in Cassazione

Il momento dell'arresto (foto Polizia)

Uccise un clochard in Stazione Centrale: Emiliano D'Aguanno, un ex poliziotto, condannato a undici anni e quattro mesi per omicidio preterintenzionale e falsità ideologica, si era rifugiato nella capitale della Colombia, Bogotà, ed è stato arrestato dagli agenti della squadra mobile di Milano in collaborazione con l'Interpol.

Il fatto risale al 6 settembre 2008, quando l'agente (in servizio alla Polfer) picchiò il senzatetto Giuseppe Turrisi insieme ad un collega, ed in particolare - secondo la requisitoria del procuratore generale della Cassazione - i due, dopo averlo condotto all'interno degli uffici della Polfer della Stazione Centrale, dove di fatto Turrisi dimorava, sferrarono un calcio al costato con gli anfibi che provocò emorragie interne mortali per il povero clochard di 58 anni. La conferma definitiva della condanna, da parte della Cassazione, è arrivata nel 2014.

Mentre il collega Domenico Romitaggio si è costituito, D'Aguanno (35 anni) è scappato a Buenos Aires e poi ha viaggiato per l'Ecuador e la Colombia, dove dava lezioni di italiano e giocava in una squadra di calcio universitaria. Ed è stato proprio nei minuti successivi ad una partita di calcio che D'Aguanno è stato individuato e bloccato: gli agenti lo hanno atteso all'esterno. Adesso si trova in carcere in Colombia: sono state avviate le pratiche per l'estradizione. 

Di seguito: il video dell'arresto

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccise a calci e pugni un clochard: ex poliziotto arrestato in Colombia

MilanoToday è in caricamento