Cronaca

Latitante dopo una condanna a nove anni di carcere: arrestato il boss del narcotraffico

In manette è finito Mamadi Conte: era scappato in Francia dopo una condanna a nove anni

Mamadi Conte - Foto © Mt

Fuga finita per Mamadi Conte, latitante quarantaquattrenne nato in Guinea Bissau e residente in Portogallo. L’uomo è stato arrestato lunedì pomeriggio dalla polizia di frontiera di Bordeaux su richiesta dei carabinieri del nucleo investigativo di Milano, che da tempo erano sulle tracce dello straniero. 

I militari lo cercavano da quando il tribunale di Milano lo aveva condannato a nove anni di reclusione per traffico internazionale di stupefacenti. 

La figura di Conte - che i carabinieri hanno cercato tra il Paese d’origine, il Portogallo, il Brasile e la Francia - era emersa nel 2008, quando la sua fidanzata - una portoghese poco più che ventenne - era stata arrestata a Malpensa perché trovava in possesso di duecento grammi di cocaina, confezionata in ovuli. Le indagini avevano documentato come la ragazza fosse spesso utilizzata dal narcotrafficante come corriere, tanto che più volte lei stessa era tornata a Milano. 

Da quel momento in poi, l’uomo - considerato il capo di un’organizzazione dedita al traffico transnazionale di cocaina - aveva fatto perdere le proprie tracce. Almeno fino a lunedì pomeriggio. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Latitante dopo una condanna a nove anni di carcere: arrestato il boss del narcotraffico

MilanoToday è in caricamento