Cronaca Castello / Largo Cairoli

Milano, arrestato il picchiatore seriale: in 15 giorni ha aggredito dieci passanti a caso

In manette è finito uno spagnolo di ventitré anni, arrestato mercoledì sera. Sarebbe responsabile di dieci aggressioni avvenute negli ultimi quindici giorni in città. I dettagli

L'arrestato - Foto da Facebook

Il suo folle gioco è finito. Il suo passatempo è stato interrotto dalla polizia, che da giorni era sulle sue tracce. 

Mercoledì sera, gli agenti della questura di Milano hanno arrestato il “turista picchiatore” che da giorni si divertiva ad aggredire e malmenare ignare vittime scelte a caso in strada dopo aver loro chiesto indicazioni stradali in inglese.

In manette, è finito Nicolas Lecumberri Orlando, un dj spagnolo di ventitré anni che vive in America, ritenuto responsabile di dieci aggressioni e fermato con l’accusa di lesioni aggravate con l'aggravante della premeditazione e dei futili motivi. 

Sei gli episodi già accertati dagli agenti, anche se i casi sarebbero dieci in quindici giorni. Il primo è avvenuto il 10 luglio sera in via San Gregorio, dove il ventitreenne si è scagliato contro un trentasettenne. Poi, il giorno successivo, in via Oldofredi alle nove e mezza, sempre di sera: questa volta la vittima, che ha trentotto anni, ha subìto un trauma cranico medicato al Niguarda con una prognosi di tre giorni. Si passa poi al 14 luglio, in via Sardegna, intorno alle dieci di sera: ad essere colpito è un ventiseienne, trasportato al Policlinico in codice verde.

Gli ultimi tre episodi in tre giorni: il 25, 26 e 27 luglio. Il primo ad essere colpito - dopo la solita richiesta di indicazioni - è un ventenne che si trovava in via Porpora. Martedì 26 è la volta di un ventisettenne che ha rimediato un pugno dopo avere spiegato, in inglese, come si raggiunge la Triennale da largo Cairoli. Quindi, come in un folle gioco dell’oca fatto di pugni e schiaffi, nel primo pomeriggio di mercoledì 27, alle due, in corso Lodi angolo via Tagliamento, un altro ventisettenne, che dopo aver subìto l'aggressione ha rifiutato le cure mediche.

Fatale, per il ventitreenne, è stata l'ultima aggressione, dopo la quale i poliziotti sono intervenuti e lo hanno bloccato. L'ipotesi, prima del fermo, è che il turista picchiatore stesse praticando il "knock out game", il "gioco" americano che consiste nel tirare pugni a passanti scelti a caso prima di sparire nel nulla. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano, arrestato il picchiatore seriale: in 15 giorni ha aggredito dieci passanti a caso

MilanoToday è in caricamento