Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca Porta Venezia / Corso Buenos Aires

L'uomo in giro con portafogli e telefoni rubati (e 'l'eroina dei poveri')

In manette un 38enne, trovato con un portafogli e due telefoni rubati

Un uomo di 38 anni, un cittadino algerino con precedenti e irregolare in Italia, è stato fermato domenica mattina dalla polizia a Milano con l'accusa di ricettazione dopo essere stato trovato in possesso di due cellulari e un portafogli, evidentemente non suoi. 

Per lui i guai sono iniziati poco dopo le 7, quando gli agenti delle Volanti lo hanno fermato in corso Buenos Aires per un controllo. Dopo la perquisizione, i poliziotti hanno scoperto che il 38enne aveva con sé un cellulare risultato rubato la notte precedente a una ragazza che era seduta a un ristorante di via Casale e un secondo cellulare e un portafogli "scippati" nelle stesse ore a una seconda giovane in via Lecco. 

Ma non solo. Perché l'uomo aveva con sé anche quasi 4 grammi di marijuana e 20 compresse di Rivotril, un farmaco di derivazione benzodiazepinica presente nella "Tabella 2" del ministero della salute sulle sostanze stupefacenti - che dispone che senza ricetta medica ne è vietato il possesso - e che se associato all'alcol può dare effetti simili a quelli dell'eroina, tanto da essere diventato negli ultimi mesi una sorta di "eroina dei poveri". 

Dati i precedenti dell'uomo e l'assenza di un domicilio in Italia, per il 38enne è stato disposto il fermo di polizia giudiziaria ed è stato indagato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'uomo in giro con portafogli e telefoni rubati (e 'l'eroina dei poveri')

MilanoToday è in caricamento