Il Coronavirus non ferma lo spaccio: pusher tenta la fuga a piedi in tangenziale, preso

In manette un uomo di 43 anni, fermato mentre scappava verso la tangenziale a Rogoredo

Ha tentato una disperata fuga verso la tangenziale, nonostante fosse a piedi. Durante la corsa ha provato a disfarsi della droga, per farsi trovare "pulito". Ma è stato tutto inutile. Un uomo di 43 anni, un cittadino marocchino irregolare in Italia e con precedenti, è stato arrestato domenica sera a Milano con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. 

I guai per l'uomo sono iniziati verso le 21, quando una pattuglia della Pmz della compagnia Milano Porta Monforte ha cercato di controllare il 43enne e un suo amico in via del Futurismo, a due passi dalla stazione di Rogoredo, in quel momento quasi deserta per l'emergenza Coronavirus. Alla vista dei militari, i due si sono immediatamente dati alla fuga correndo verso la rampa d'accesso alla tangenziale e il pusher ha getto via un sacchetto. 

La corsa del 43enne è durata pochissimo, perché i carabinieri sono riusciti a bloccarlo e hanno anche recuperato la "bustina" abbandonata per strada, al cui interno c'erano 60 grammi di eroina divisi in 66 dosi. Addosso al pusher sono stati trovati 910 euro in contanti che, secondo i militari, aveva guadagnato proprio spacciando. Il secondo uomo è invece riuscito a far perdere le proprie tracce. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • La Lombardia diventa zona arancione: adesso è ufficiale. Ecco da quando e cosa cambia

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

  • Fontana: "Milano rimane zona rossa. Governo vuole mantenerla fino al 3 dicembre"

Torna su
MilanoToday è in caricamento