menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cerca di fuggire in bici, poi manda in ospedale un poliziotto: pusher arrestato a Milano

In manette un 22enne, fermato in via Paravia dalla polizia. Ferito un agente delle Volanti

Prima ha tentato la fuga. Poi, una volta in trappola, ha pensato bene di reagire con violenza per cercare, inutilmente, di evitare le manette. Un uomo di 22 anni, un cittadino egiziano con precedenti, è stato arrestato giovedì sera a Milano con le accuse di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. 

I guai per lui sono iniziati verso le 22.20, quando una Volante del commissariato Bonola lo ha notato mentre si spostava in bici tra via Paravia e via Preneste. Alla vista dell'auto della polizia, il 22enne ha cercato di allontanarsi finendo così per attirare ulteriormente l'attenzione degli agenti. Una volta bloccato, il giovane ha sferrato un calcio alla mano di uno dei poliziotti, che è finito in ospedale con una prognosi di 10 giorni. Nonostante la violenta reazione, il pusher è stato fermato e ammanettato: perquisito, è stato trovato in possesso di 18 grammi di hashish e 280 euro in contanti ed è stato dichiarato in arresto. 

La stessa sorte nel pomeriggio è toccata a un 36enne, cittadino italiano. Anche lui, ma a bordo di uno scooter, ha cercato di scappare prima di essere fermato in via Lodovico il Moro dopo un breve inseguimento. Addosso aveva 6 grammi di hashish, mentre a casa sua - a Cesano Boscone - gli agenti hanno trovato altri 48 grammi di "fumo", 39 di marijuana e un bilancino di precisione. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa, zona arancione e zona gialla: quando serve l'autocertificazione

Coronavirus

Milano, la Lombardia è zona rossa fino al 31 gennaio: "Non è punizione". Le regole

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento