Cronaca

Violenze contro moglie e figli: arrestato stalker di 65 anni

Perpetrava atti di violenza e stalking ai danni della moglie e dei figli dopo la rottura del rapporto con la donna. L'uomo, 65 anni, è stati arrestato grazie alla denuncia della moglie

Un incubo durato mesi, con atti di stalking e violenze fisiche a moglie e figli. Un siciliano di 65 anni è stato arrestato dai carabinieri di San Donato per il reato di atti persecutori in seguito alla denuncia della moglie, una donna di 42 anni, avvenuta lo scorso maggio.  Si tratta di d.d.l. pensionato, abitante in via parri a san donato che ha fatto vivere nel terrore negli ultimi mesi sua moglie, una donna di 42 anni, dopo il termine della loro relazione durata 25 anni. Di fronte alla fine di una relazione durata 25 anni, avvenuta nel luglio del 2010, l’atteggiamento dell’uomo era diventato all’improvviso violento ed iracondo, aggravato dall’inizio di una nuova frequentazione della donna con un altro uomo. Sono cominciati da lì episodi di violenza all’interno delle mura domestiche e all’interno del locale pubblico che la coppia gestiva a Milano (in un’occasione era intervenuta anche una volante della polizia).

Inoltre pedinamenti, controllo della mail personale, sottrazione proditoria di telefoni cellulari per controllare le chiamate effettuate e ricevute. L’uomo aveva impedito alla moglie di uscire casa, non esitando a schiaffeggiarla arrivando anche a lanciarla alcune volte contro le pareti di casa impedendo anche il ricorso al medico per evitare che la donna potesse frequentare altre persone. La segregazione e l’isolamento colpivano anche i due figli della coppia che erano costretti a subire lo stesso trattamento della madre: chiusi a chiave in casa e con tutte le prese del telefono staccata per elidere ogni rischio di contatti.


Dopo la separazione dall’uomo (la donna si era trasferita a milano con i figli) erano cambiati i modi della persecuzione, ma non gli effetti: telefonate anonime, danneggiamenti alla vettura, minacce per telefono. La denuncia alle forze dlell’ordine scaturisce solo nel maggio di quest’anno ai carabinieri di san donato che iniziano subito a mettere insieme gli elementi per richiedere una misura cautelare contro l’uomo. Pochi giorni dopo la malcapitata denuncia un’altra aggressione, questa volta il marito è stato aiutato dalla sorella ed entrambi si sono scagliano contro di lei  ed il nuovo compagno nel piazzale dell’ospedale vizzolo predabissi fuggendo successivamente. L’indagine si accelera e questa volta il gip accoglie in pieno la richiesta di arresto scattata sabato pomeriggio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenze contro moglie e figli: arrestato stalker di 65 anni

MilanoToday è in caricamento