Studente di Brera preso dopo l'ultimo esame: la fuga del "latitante artista" finita in Ateneo

In manette un 47enne albanese: è stato fermato dopo l'ultimo esame in università. I fatti

Un passato da pusher consumato, un futuro da artista. O almeno ci sperava. Perché a rovinare i piani di un albanese di quarantasei anni ci hanno pensato i poliziotti della Squadra Mobile di Milano, che mercoledì scorso lo hanno arrestato mentre era ormai a un passo - letteralmente - dalla laurea e dalla sua nuova vita. 

Sì perché nella vecchia vita del 46enne c'era un conto aperto con la giustizia da saldare: una condanna a 2 anni, 4 mesi e 6 giorni di reclusione per stupefacenti. Così, i poliziotti dell'antidroga della Mobile, guidati dal dirigente Domenico Balsamo, non avevano mai smesso di cercarlo, di dargli la caccia da quando, a gennaio 2019, era diventato latitante. 

Nei giorni scorsi è arrivata la svolta, quando i poliziotti hanno scoperto che l'uomo si era ormai iscritto da tempo all'Accademia di belle arti di Brera sotto falso nome. Gli agenti hanno fatto anche di più: sono venuti a sapere che il laureando proprio mercoledì avrebbe sostenuto il suo ultimo esame - "Pittura" - prima della fine degli studi. Così gli investigatori si sono appostati fuori dall'Ateneo di via Brera, hanno atteso che sostenesse la prova, superata e quando è uscito lo hanno bloccato. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il futuro artista ha dato una carta d'identità greca con i dati falsi e quando ha capito di essere ormai in trappola ha cercato di fuggire dentro l'università, ma è stato rincorso e bloccato - non senza fatica - nel cortile interno. Per il laureando niente brindisi e niente festa, ma le sbarre del carcere di San Vittore per scontare quella pena sempre evasa. Inoltre è stato anche indagato a piede libero per resistenza e possesso di documenti falsi. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Offerte di lavoro, Esselunga cerca dipendenti e assume: ecco come candidarsi

  • Milano, paga 15 euro ed esce dall'Esselunga con 583 euro di spesa: "Sono sudcoreana"

  • Bollettino coronavirus Milano: trovate altre 16 persone infette, risalgono i ricoveri

  • Hostess con febbre sul Ryanair Milano-Catania: paura per il covid

  • Sangue sul Sempione, schianto auto moto: morto ragazzo di 20 anni, gravissima l'amica

  • Bollettino coronavirus Milano e Lombardia: +118 contagi, +5 morti, aumentano ancora ricoveri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento