menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una immagine degli scontri (foto Fb)

Una immagine degli scontri (foto Fb)

Statale: arrestati alcuni attivisti Ex Cuem

Le forze dell'ordine hanno messo agli arresti domiciliari alcuni studenti-attivisti per gli scontri dello scorso 6 maggio

"Sette arresti domiciliari, tre indagati a piede libero con accuse di resistenza, danneggiamento, travisamento per i fatti del 6 maggio". Questo è quello che si legge sul profilo Facebook della Ex-Cuem, libreria della Università degli Studi di Milano occupata nell'aprile del 2012 e sgomberata lo scorso mese.

Gli arresti riguardano gli scontri del 6 maggio scorso quando gli attivisti, sgomberati dallo spazio, occuparono un'altra sala all'interno dell'ateneo milanese. Nel pomeriggio di quel giorno diversi tutori della legge entrarono in università. Ci furono attimi di tensione, da cui scaturirono alcuni scontri.

Agli attivisti, sei uomini e una donna, sono state contestati i reati di resistenza e violenza a pubblico ufficiale, danneggiamento, lezioni aggravate, travisamento, porto di oggetti atti ad offendere e istigazione a delinquere.

Gli studenti non alzarono bandiera bianca e nei giorni seguenti rioccuparono la sede "storica" dell'ex libreria Cuem. All'interno dello spazio, tutt'ora occupato, sono in corso i lavori di ristrutturazione. Gli attivisti non hanno nessuna intenzione di arrendersi: per le 12 di oggi è stato fissato un appuntamento in università dove, quasi certamente, si parlerà degli arresti di mercoledì pomeriggio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento