Milano, scovate tre 'piazze' di spaccio di cocaina da 1,5 milioni di fatturato: 11 arresti

Mercoledì 28 ottobre all'alba il blitz dopo più di 7.500 ore di lavoro d'indagine. I dettagli

Una vasta rete di spaccio di stupefacenti attiva in diverse zone della Martesana è stata smatellata dal corpo di polizia locale di Pioltello e Rodano. All’alba di mercoledì gli agenti di Pioltello in collaborazione con i colleghi di Milano, Rozzano, Segrate, Cologno Monzese, Gorgonzola e con i carabinieri di Vertova (Bergamo) hanno eseguito 11 ordinanze di custodia cautelare su richiesta del pm Gianfranco Gallo, titolare dell’indagine, ai danni di cittadini di nazionalità italiana e marocchina di età compresa tra i 29 e i 60 anni, alcuni dei quali con precedenti penali.

Il sodalizio criminale era attivo in tre diverse piazze di spaccio dislocate lungo la Cassanese, presso il Parco della Besozza e nell’area “casa gialla” tra via 1° Maggio e Rodano e muoveva più di 3 chilogrammi di cocaina ogni mese per un valore economico stimato in più di 1,5 milioni di euro l’anno. Durante gli arresti è stata rinvenuta anche una pistola scacciacani modificata per darle l’aspetto di un’arma vera, probabilmente utilizzata a scopo intimidatorio. L’operazione, denominata “EX” perché avviata dal precedente comandante di polizia locale di Pioltello, Lorenzo Mastrangelo, è frutto di una complessa attività investigativa in corso da alcuni anni da parte del nucleo di polizia giudiziaria con oltre 23mila intercettazioni telefoniche, pedinamenti e appostamenti per un totale di più di 7.500 ore di lavoro.

 

L'arresto del capo dell'organizzazione

«Si è trattato di un’operazione di enorme complessità, che ha coinvolto tutti gli agenti del corpo di polizia locale di Pioltello e Rodano - ha spiegato il comandante, Mimmo Paolini - e gli arresti, iniziati all’alba in collaborazione con le polizie locali dei Comuni coinvolti, si sono conclusi nel pomeriggio di con la cattura di quello che abbiamo identificato come il dominus della banda, un 32enne individuato dopo una vera e propria caccia all’uomo conclusasi all’interno di un’area abbandonata della città. Il risultato ottenuto è frutto di un enorme lavoro dell’aliquota di polizia giudiziaria di Pioltello, che da anni porta avanti indagini nell’ambito della lotta allo spaccio di stupefacenti che si erano già concretizzate con diversi arresti negli anni scorsi, e ha consentito di individuare e smantellare una vera e propria organizzazione piramidale, finanziata anche attraverso la microcriminalità sul territorio».

«Ringraziamo gli agenti della polizia locale di Pioltello e Rodano perché oggi l’intera Martesana è un luogo più sicuro. Questa operazione - ha detto la sindaca di Pioltello Ivonne Cosciotti - arriva dopo un lungo percorso di indagini e certifica l’impegno, la passione, la professionalità e la determinazione dei nostri agenti, persone che credono nei valori dello stato e della giustizia e sono testimoni di legalità, qualcosa di cui abbiamo tutti bisogno. Quella della sezione di polizia giudiziaria di Pioltello è un’attività molto importante per la città e per il territorio e si conferma un’eccellenza a livello nazionale».

«Quello di oggi è - ha detto Saimon Gaiotto, vicesindaco - un risultato molto importante e di cui siamo orgogliosi perché decapita tre centrali di spaccio attive nella nostra città e che ha una valenza anche sociale perché conosciamo l’impatto che ha la droga sulle comunità e sui nostri giovani. Pioltello oggi è più pulita e questo risultato rende onore al lavoro dei nostri agenti in questi anni. Continua così l’impegno al fianco dell’Amministrazione comunale sul fronte della sicurezza: proprio recentemente il Comune si è aggiudicato il bando regionale “scuole sicure” che consiste proprio nel contrasto all’abuso di sostanze stupefacenti. Sottolineiamo inoltre che nessuna attività di controllo anti-Covid è stata fermata per queste indagini, rese ancora più complesse dalla pandemia».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Milano, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La Lombardia diventa zona arancione: adesso è ufficiale. Ecco da quando e cosa cambia

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

  • Covid, Milano si sveglia in zona arancione: riaprono i negozi. Galli: "Scelta politica"

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

Torna su
MilanoToday è in caricamento