"Home sweet home", smantellata banda che sfruttava le donne cinesi per farle prostituire

Quattro persone arrestate tra Milano, Bernalda (Matera), Altamura (Bari) e Formia (Latina)

Repertorio

Manette anche a Milano, così come i diverse altre città italiane. Arresti che hanno permesso ai carabinieri di sgominare un'organizzazione finalizzata al favoreggiamento e allo sfruttamento della prostituzione di donne di origine cinese.

I militari l'hanno ribattezzata "Home sweet home", l'operazione, che ha incastrato quattro uomini, due italiani e due cinesi. Sono stati arrestati venerdì. L'accusa è associazione per delinquere finalizzata al favoreggiamento e allo sfruttamento della prostituzione. A coordinare le indagini c'era la Procura della Repubblica di Matera.

Gli arresti sono stati eseguiti a Bernalda (Matera), Altamura (Bari), Milano e Formia (Latina), mentre a Matera i militari dell'Arma hanno posto sotto sequestro un'abitazione, del valore di circa 150 mila euro, dove venivano fatte prostituire le donne cinesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, la Lombardia è zona arancione: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Coronavirus, fa paura la variante brasiliana del covid, Galli: "È una cosa pesante purtroppo"

  • Zona rossa, zona arancione e zona gialla: quando serve l'autocertificazione

  • Milano, la Lombardia è zona rossa: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Lombardia verso la zona rossa da lunedì 18 gennaio

  • Milano, la Lombardia è zona rossa fino al 31 gennaio: "Non è punizione". Le regole

Torna su
MilanoToday è in caricamento