Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Trentotto persone arrestate per sfruttamento della prostituzione

Questa mattina i carabinieri di Monza hanno dato esecuzione ad un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di 38 persone indagate per associazione per delinquere finalizzata allo sfruttamento della prostituzione

Nelle prime ore della mattinata i carabinieri di Monza hanno dato esecuzione ad un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Milano su richiesta del sostituto procuratore della Direzione distrettuale antimafia, nei confronti di 38 persone (di cui 35 romeni, un albanese, un egiziano ed un cittadino italiano) localizzate nei territori delle provincie di Milano, Rimini, Pavia e Como, indagate, a vario titolo, per associazione per delinquere finalizzata alla tratta di esseri umani ed allo sfruttamento della prostituzione.

Dei 35 cittadini romeni, 16 sono stati rintracciati nel paese di origine in collaborazione con le locali autorità di polizia e quindi colpiti da mandato di arresto europeo. L'organizzazione, composta da nuclei familiari di origine romena, gestiva un imponente e redditizio traffico di esseri umani, esclusivamente di sesso femminile, tra cui numerose minorenni, che venivano reclutate nel paese di origine, condotte in Italia e avviate alla prostituzione con la falsa promessa di regolari attività lavorative.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trentotto persone arrestate per sfruttamento della prostituzione

MilanoToday è in caricamento